Giorni fa avevamo annunciato la candidatura di Giuseppe Cimarosa ad uno dei premi più prestigiosi per la sua carriera e ieri i vincitori sono stati decretati da una giuria. I giudici, all’unanimità hanno proclamato l’artista di Castelvetrano come il miglior interprete maschile con l’esibizione “La spada di Zeus”, una favola equestre a tema mitologico scritta dal regista Antonio Giarola ed interpretata da Cimarosa per il Galà d’Oro del 2019.

Veronafiere infatti nonostante il buio periodo dettato dalle restrizioni ha comunque promosso un festival on-line che ha catalizzato l’attenzione sul Gala d’Oro di molte decine di migliaia di persone che hanno avuto l’opportunità di votare il numero equestre italiano preferito e realizzato nell’ambito delle ultime nove edizioni di questo show internazionale creato da Fieracavalli.

La nostra redazione ha contattato Giuseppe Cimarosa e pieno di orgoglio ci tiene a precisare che era il premio a cui ambiva di più ma anche il più inaspettato, visto le grandi doti artistiche degli altri concorrenti: Ringrazio tutto il mio team di amici e collaboratori – continua Giuseppe- che da anni mi sopportano e supportano e con i quali ho affrontato tante avventure sul palco e non solo. I miei cavalli sopra tutti , Empresario e Sir Cesar , senza i quali non sarei un artista equestre ma soltanto uomo.”

Inoltre ci tiene a far sapere che miglior interprete femminile è stata Gessica Notaro, la quale l’ha subito chiamato per congratularsi e con la quale ha istaurato una splendida amicizia che dura ormai da anni. “In questo difficile periodo per l’economia mondiale – Armando Di Ruzza – Fieracavalli è forse il fulcro di un settore che ha sofferto forse più di altri e nel quale l’aspetto spettacolare ha una forte valenza; tenerne vivo l’interesse è stato l’obbiettivo di Veronafiere e, visto i risultati, direi ampiamente raggiunto”.