Riceviamo e pubblichiamo la nota di Francesco Bongiorno del movimento Andare Oltre:

Il decreto Balduzzi “pretende” che ogni ospedale per ragioni economico-organizzative abbia una propria classificazione con criteri di valutazione stabiliti successivamente dal decreto ministeriale n.70 del 2 Aprile 2015, cosiddetto “decreto Lorenzin” che prevede in ispecie che il nostro ospedale diventi presidio ospedaliero di base.

Ciò significa che l’ospedale sarà dotato solamente di:
– pronto soccorso;
– medicina interna;
– chirurgia generale;
– anestesia;
– radiologia;
– laboratorio;
– emoteca.

Di contro le dichiarazioni dell’assessore regionale alla sanità che dichiara testualmente che l’ospedale di Castelvetrano sarà dotato, nonostante il decreto su citato, di:
– chirurgia generale;
– medicina generale;
– ortopedia e traumatologia;
– cardiologia e Utic;
– ostetricia e ginecologia;
– pediatria;
– neonatologia;
– terapia intensiva e rianimazione;
– ematologia;
– lungodegenza;
– radiologia;
– patologia clinica;
– pronto soccorso;
– anatomia patologica;
– farmacia;
– oncologia.

Detto ciò, non volendo alimentare sterili polemiche ma soprattutto non volendo minimamente aizzare rivolte popolari, desidero chiedere un tavolo di confronto con tutte le forze politiche cittadine affinché si faccia chiarezza sulla questione un po’ ambigua. La salute non ha colori politici.