tribunale marsalaGiuseppe Colletta, ristoratore di Partanna di 39 anni, nell’ aprile del 2004 veniva aggredito all’interno del proprio locale-ristorante, sito in Partanna, dai sigg.ri Amato Antonino e Muratore Salvatore, piccoli imprenditori edili, per contrasti sorti a seguito della costruzione di un immobile.

A seguito di tale aggressione, in cui riportavano lesioni sia il Colletta, sia anche l’Amato, scaturiva un procedimento penale per il reato di lesioni gravi nei confronti dei due aggressori del Colletta (che decidevano di patteggiare la pena), ed anche nei confronti dello stesso Colletta per il reato di lesioni gravi nei confronti di uno dei due aggressori.

Dopo un lunghissimo processo, durato circa dieci anni, il sig. Colletta, nonostante la richiesta di condanna da parte del P.M. a 2 anni di reclusione e la richiesta di risarcimento dei danni da parte dell’Amato (che si era costituito parte civile nel processo), ha finalmente ottenuto la scorsa settimana il riconoscimento della propria innocenza, essendo stato assolto dal Tribunale di Marsala con la formula perché il fatto non costituisce reato per evidente legittima difesa.

Soddisfatti anche i due difensori del Colletta, entrambi di Castelvetrano, gli Avvocati Celestino ed Ignazio Cardinale, per la corretta valutazione giudiziale di una vicenda la cui costruzione processuale, che ha richiesto numerose udienze, non è stata di semplice esperimento.