Il 12 novembre l’I.C Radice Pappalardo è stato testimone di un emozionante evento di solidarietà promosso dall’associazione “La scatola del tempo”, reso possibile dalla donazione alla stessa associazione di un tablet, da parte della banca Mediolanum, nella persona del sig Francesco Ciravolo,

Il dono scelto, da destinare ad un alunno meritevole e manchevole di dispositivi digitali, risulta indispensabile in questo periodo in cui la scuola, non solo per scelta, integra l’uso della tecnologia nella didattica come sussidio per mettere in campo metodologie innovative e stimolanti, ma soprattutto, per essere sempre vicina agli alunni ed alle loro esigenze formative nei momenti di attività asincrona predisposti per arginare l’attuale situazione pandemica. Inoltre, la dotazione di dispositivi digitali contribuisce in modo significativo a ridurre il divario digitale purtroppo ancora esistente e le disuguaglianze socio culturali.

L’associazione ha accolto con entusiasmo l’iniziativa di grande sensibilità ed altruismo e grazie ad una sua associata, la prof. Francesca Montoleone, ha individuato come destinatario uno degli alunni delle classi prime dell’Istituto Comprensivo Radice Pappalardo.

La Dirigente scolastica, Maria Rosa Barone, insieme al suo staff, si è subito attivata per individuare tra gli alunni, in possesso dei requisiti richiesti, il possibile destinatario del dispositivo digitale e ha segnalato Antonino Luppino, alunno della classe I sez. B del plesso “Pappalardo”.

L’I.C. Radice Pappalardo ringrazia per l’iniziativa di alto valore morale e culturale l’associazione “La scatola del tempo”, la presidente Mukuhi Ester, il socio Vito Barruzza, il tesoriere Ezio Fiorenza e il vicepresidente Arianna Bonafede.