Essepiauto

Domani 15 Luglio è prevista la discussione sul decreto “sicurezza bis”. In esso sono previsti inasprimenti verso gli immigrati e soprattutto verso coloro che li soccorrono in mare.

Il sottoscritto don Baldassare Meli ritiene che già il primo decreto “sicurezza” fosse poco rispettoso dei diritti internazionali nei confronti di coloro che fuggono da guerre, persecuzioni, desertificazione e fame. Il nuovo decreto, dalle notizie giornalistiche pervenute, sembrerebbe peggiorare il trattamento dei tanti ‘disperati’ che vorrebbero evitare il rischio di perdere la vita. Qualche semplice considerazione.
1. Come fa Matteo Salvini a sapere se coloro che stanno viaggiando sui barconi hanno o meno il sacrosanto diritto di chiedere asilo? Non è un abuso considerarli tutti clandestini da respingere?
2. Cosa ha fatto di concreto Salvini nelle riunioni europee che trattavano dell’immigrazione per modificare le regole dettate dal Trattato di Dublino ( ammesso che lui sia stato presente) sottoscritto dai suoi amici Berlusconi e Maroni?
3. A Salvini che ama brandire e baciare la corona del rosario e l’Evangelo suggerirei di leggersi e meditare Lc 10,25-37; Lc 15,19-31; MT 25,31-46.
5. Suggerirei a Salvini di passare una settimana delle sue ferie come migrante nei centri di raccolta libici condividendo tutto con gli ‘ ospiti’.

Pertanto, in concomitanza con l’inizio della discussione in Parlamento, il sottoscritto vuole esprimere la propria solidarietà a P. Alex Zanotelli e a tutti i ‘disperati’ che sono costretti a fuggire dal loro Paese. Così nella giornata di domani 15 Luglio digiunerà e pregherà invocando lo Spirito Santo su tutti i parlamentari perché scelgano di difendere la vita, la dignità e la libertà di ogni essere umano facendosi ‘prossimo’ dei più disagiati.

La chiesa di Santa Lucia rimarrà aperta dalle ore 8,00 alle 21,00. Chi vuole rendersi partecipe almeno per qualche tempo sarà il benvenuto.

D. Baldassarre Meli