Essepiauto

Durante la celebrazione eucaristica della scorsa domenica presso la Chiesa di San Giovanni di Castelvetrano, don Marco Laudicina ha dato il suo saluto alla nostra comunità che ha servito in questi ultimi due anni, prima da diacono e poi da presbitero. Continuerà la sua missione a Gibellina come vice parroco di don Salvatore Ciprì, presso la parrocchia matrice “San Nicola di Bari”.

Sono profondamente grato al Signore – ha detto il giovane marsalese – per l’esperienza che mi ha fatto vivere perché ho avuto la possibilità di formarmi, crescere e mettere a disposizione le forze e i talenti che mi ha donato nonostante i limiti umani.

Ho incontrato persone che mi hanno voluto bene come un figlio, persone che si sono prese cura di me e che mi hanno accompagnato giorno dopo giorno. Ho incontrato persone che hanno segnato in positivo per sempre la mia vita da pastore di questa Chiesa che amo con tutto me stesso e che voglio servire fino alla fine dei miei giorni. Non vi dimenticherò mai e continuerò a tenervi nel mio cuore con il mio affetto e la mia preghiera!

Alla comunità della CHIESA MADRE e S. GIOVANNI, a tutti i sacerdoti della forania e a tutta la città di CASTELVETRANO dico il mio affettuoso e sincero GRAZIE! Pregate sempre per me!

Prima di essere ordinato presbitero, Don Marco Laudicina in collaborazione con l’arciprete don Giuseppe Undari, ha svolto proprio a Castelvetrano, la missione vocazionale che ha visto coinvolti seminaristi, famiglie e studenti di tutta la Diocesi di Mazara del Vallo.

Dopo aver conseguito la maturità classica presso il Liceo Classico di Marsala, si è laureato in Conservazione dei Beni Culturali (Curriculum in Archeologia Navale) presso la sede distaccata dell’Università di Bologna a Trapani e nel 2010 è entrato nel Seminario di Mazara del Vallo per iniziare il cammino di formazione al sacerdozio. Ha conseguito il Baccelleriato in Teologia nella Pontifica Facoltà Teologica di Sicilia nel 2016 e sta terminando il corso di Licenza in Teologia Biblica presso la stessa facoltà.