billeri castelvetrano shoppingDomenica 10 maggio 2015……ore 18,00

Traffico aperto…..
Attività aperte ….una decina.
Pochissima gente…..
Posti auto occupati…..
Transito di auto sotto la media….
Pochissima gente ….ma veramente poca…..

Ho aperto il mio negozio alle 17,00….e mi sono fermato a riflettere, non avendo altro da fare.
Sono tornato indietro nel tempo, e ho ripercorso con la mente tutta la fatica che c’è voluta per
mettere su un’associazione che aveva molti obiettivi.

Li ho ripercorro ad uno ad uno:
Orario di apertura unico per tuttti gli associati !!!! Per dare un servizio completo e serio a tutti i possibili clienti.
Logo identificativo per contraddistinguerci per la qualità dei nostri prodotti e dei nostri servizi !!!!
Informazione e comunicazione alla clientela ( tramite facebook, blog, giornali …..)
Abbellimento centro storico ( coinvolgendo la Pubblica Amministrazione)

Riunioni periodiche ( con lo scopo di portare a conoscenza le iniziative agli associati)
Chiusura al traffico nelle domeniche di apertura ( non si può pensare di aprire la domenica e non permettere
alla gente di passeggiare, fermarsi a guardare le vetrine, prendere un caffè, lasciare i propri figli liberi di camminare in mezzo
alla gente ….sarebbe da metropoli, non da cittadina a misura d’uomo)
Regolamento a cui gli associati dovranno attenersi ( non si può pretendere che gli altri ci rispettino se non rispettiamo noi stessi le regole che ci imporremo)
Nuove idee ( ogni vostra idea, ogni vostro pensiero, ogni vostro suggerimento sarà parte fondamentale della crescita del gruppo)
Quota associativa annua per punto vendita ( tale quota servirà per tutte le spese di organizzazione, di pubblicità verso l’esterno e per organizzare eventi)
Non riesco, pur sforzandomi di trovare un punto impossibile da realizzabile, di così particolarmente difficile…..non riesco a distanza di otto mesi, a capire cosa gli associati pensavano che fosse CastelvetranoShopping !!!

Poi, piano piano ho capito…..era la conclusione dell’informativa con la quale ho girato centinaia di attività che non era stata scritta bene, voglio riportarvela così come è nella copia originale che io conservo:

” La nostra, vuole essere un’iniziativa, senza scopo di lucro, nell’interesse di tutti, per risollevarci in questo momento di crisi dal degrado
commerciale, ambientale, culturale e ricreativo in cui l’attuale centro storico versa da moltissimo tempo…..”

” Adesso tocca a te, se è vero che l’unione fa la forza, di unirti assieme a noi che crediamo ancora di potercela fare, scegliendo i fatti alle parole”

Sono stato uno stupido, a non averci pensato prima…eppure già quando il teatro Selinus il primo settembre scoppiava di persone, a qualcuno già il progetto era sembrato troppo ambizioso, fuori qualcuno diceva ” ma chisti che vonnu fari…!! ”

Le ultime frasi sono il nocciolo della questione, parole come UNIONE, FORZA, FATTI……..non fanno parte del vocabolario di alcuni……..

Adesso diventa tutto più chiaro perchè comincio a ricordare che per raccogliere le quote associative del 2014 abbiamo dovuto in molti casi passare e ripassare più di una volta, comincio a ricordare che per preparare il primo evento Nottart abbiamo solo in pochi lavorato fino a notte fonda, comincio a ricordare che già dal primo evento ( con un centro storico strapieno di gente) abbiamo dovuto sopportare critiche per il posizionamento degli artisti, comincio a ricordare quanto è stato difficile preparare dodici eventi uno diverso dall’altro in così breve tempo.

Sì, adesso mi è tutto più chiaro!!!!
Il mio rapporto con il Sindaco frainteso da molti, il mio sforzo per portare avanti un progetto con il quale credevo di coinvolgere tutti, la mia voglia di fare squadra con associazioni della valle del Belice, l’invito di altri sindaci della Valle del Belice perchè si rendessero conto che Castelvetrano e sopratutto il suo centro storico stessero rinascendo…..tutto era visto da molti in maniera subdola!!!!

Certo adesso mi è tutto chiaro, adesso dopo aver constatato che persone che hanno firmato per il traffico aperto la domenica, oggi non si sono degnate di aprire le loro saracinesche, non si sono degnate di partecipare ad una riunione con il sindaco per discutere un punto che interessava sopratutto loro (lo stesso sindaco al quale avevano avanzato tramite poche firme la pretesa di aver aperto il traffico la domenica), lasciandoci sempre più soli a decidere cosa fare per gli altri…..

Un sindaco che si è sempre presentato alle riunioni in cui è stato invitato, un sindaco che ha rispettato l’apertura di un parcheggio nel centro storico ( quasi sempre inutilizzato), che ha fatto sì che nascesse un primo cenno di arredo urbano, un sindaco che mi ha sempre incoraggiato ad andare avanti pur con mille problematiche, un sindaco con il quale ho avuto e continuo ad avere un rapporto molto limpido, senza mai lontanamente parlare di politica o di interessi personali!!!

Dopo una Sagra del Carciofo ( la prima nella storia di Castelvetrano), che spero fermamente venga ISTITUZIONALIZZATA, che ha visto in due giorni una città riempiersi come non mai, capisco che niente e nessuno potrà cambiare il modo di pensare o di fare di alcuni !!!!

Adesso vi lascio, con la consapevolezza che non sono gli altri che non ci vogliono fare cambiare, ma siamo noi per primi che dovremmo metterci in gioco per cambiare!!!

Lo hanno capito in molti a Castelvetrano, ma lo hanno capito in molti anche fuori Castelvetrano, hanno capito che qualcosa si è fatta, ma non voglio assolutamente che chi non è d’accordo con un programma di una Associazione che muove i primi passi in un contesto e in un tempo molto difficile, possa boicottare e ostacolare il lavoro che poche persone hanno svolto!!!!
Allora prego tutti quelli che non credono più in questo progetto di togliere l’adesivo che ci identifica. e tutti quelli che ci credono ancora di contattarci per andare avanti,
solo ed esclusivamente se hanno intenzione di rimboccarsi le maniche e metterci la faccia come abbiamo fatto noi e come continueremo a fare!!!
I cittadini di Castelvetrano e non solo hanno il diritto di sapere come vanno le cose, hanno il diritto di sapere che dietro tutto quello che hanno vissuto c’è molta fatica
ma sopratutto che c’è la fatica e l’impegno di pochi!!!!!
A voi decidere da che parte stare, se da quella dell’immobilismo degli ultimi dieci anni o da quella di un possibile tentativo, nato qualche mese fa di cambiare
a poco a poco il nostro modo di intendere la nostra Città e sopratutto il nostro Centro Storico……consapevoli che da qualsiasi parte vogliate stare, in questa
associazione c’è gente che non vuole mollare!!!!!!!

Castelvetrano Shopping – il presidente
Giovanni Billeri