Sono programmate per mercoledì 28 giugno le operazioni di ricerca, rimozione e successivo brillamento in mare (data da destinare), dei presunti ordigni bellici rinvenuti nelle acque a Triscina di Selinunte.

A partire dalle ore 8:30 e fino al termine delle operazioni di ricerca e rimozione, è vietato il transito, la sosta, l’ancoraggio di qualsiasi unità navale, la balneazione, la pesca (anche subacquea) e l’esercizio di qualsiasi altra attività in mare per un raggio di sicurezza di 50 (cinquanta) metri dal punto individuato tra la strada 101 e la strada 105.

I contravventori alla presente Ordinanza, che entra in vigore immediatamente, saranno perseguiti a termine di legge e ritenuti responsabili civilmente e penalmente dei danni arrecati a persone, animali o cose derivanti dal loro illecito operato, manlevando l’Autorità Marittima da ogni responsabilità.