Il Tribunale di Marsala, con sentenza dello scorso 18 settembre 2020, ha dichiarato il fallimento della ditta “Esse Emme srl”. L’istanza era stata presentata da tre ex dipendenti di Castelvetrano – Gaspare Pompei, Felice Vivona e Fabio Zeferino, assistititi legalmente dalla Camera del Lavoro-Cgil di Castelvetrano – che erano stati dapprima assunti (traghettando dall’ex gruppo 6GDO di Giuseppe Grigoli, rimasto coinvolto in un’inchiesta antimafia) e poi licenziati dalla società.

Il Tribunale di Marsala aveva però, con distinti pronunciamenti, dichiarato quei provvedimenti di licenziamento illegittimi, e conseguentemente li aveva annullati.

La società, fino a qualche anno fa, ha gestito anche il supermercato del centro commerciale “Belicittà”. I tre dipendenti in quell’assunzione da parte della “Esse Emme srl”, dopo momenti bui vissuti con la chiusura dell’azienda dove lavoravano, videro una piccola luce di speranza. Contro i licenziamenti intimati dalla società, i tre dipendenti – Pompei, Vivona e Zeferino – presentarono ricorso e il Tribunale condannò la società alla reintegrazione dei lavoratori nel posto di lavoro e al pagamento di un’indennità risarcitoria per il disagio arrecato oltre alle spese legali.

Il mancato ottemperamento della sentenza di risarcimento ha portato i tre dipendenti alla richiesta e al conseguente accoglimento dell’istanza di fallimento da parte del Tribunale di Marsala.