Riportiamo di seguito le parole Salvatore Di Benedetto, amministratore della società che gestisce la struttura AREA 14 di Castelvetrano, in seguito all’ultima ordinanza del Consiglio Di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana che di fatto conferma la sospensione degli atti di autotutela esecutiva volti al rilascio dell’immobile:

Piena soddisfazione per l’ennesimo risultato raggiunto nel tentativo di salvare un’azienda dalle prepotenze istituzionali di chi dovrebbe difendere la legalità e il tessuto imprenditoriale sano della nostra città. Dopo avere saldato il debito a noi contestato, non solo il Comune, o chi per lui, non si adegua all’ordinanza del TAR, ma continua a vessare Area14 senza un ragionevole motivo, oppure il motivo c’è e la vera ragione non viene esplicitata.

Forse qualcuno pensava di trovare uno sprovveduto a capo dell’amministrazione di questa azienda, penso che sia il caso che si ricreda e che lo faccia il più presto possibile, in particolare per il bene dei lavoratori di Area14. Ringrazio ancora una volta tutti coloro che non hanno mai smesso di mostrarmi la loro solidarietà e sono davvero tanti e che rappresentano la forza buona, onesta e operosa della città.

Perché si sappia, personalmente ripudio ogni forma di malaffare e contiguità mafiosa, ecco perché mi stranizza ancora di più l’atteggiamento del Comune e in particolare dei commissari straordinari che si sono sempre rifiutati di incontrarmi ancor prima che scoppiasse la controversia davanti ai giudici, si poteva risolvere il tutto senza dovere spendere soldi pubblici per “abbattere” un’azienda e metterla finanziariamente in ginocchio. Se questa è la legalità che stanno portando a Castelvetrano, era meglio avere una cattiva amministrazione eletta dal popolo, per lo meno potevamo prendercela con noi stessi per l’errore elettorale commesso.