Ignoti vandali si sono resi autori, la scorsa notte, di un atto vandalico ai danni della lapide di Lorenzo Cimarosa, morto lo scorso gennaio all’età di 56 anni a causa di un male che lo aveva costretto anche ad un importante intervento chirurgico.

Distrutta una statua in marmo che si trovava a fianco del loculo all’interno del cimitero di Castelvetrano. Cimarosa è considerato il primo membro della famiglia Messina Denaro a fare dichiarazioni spontanee sugli affari della famiglia e su quanto lui conosceva. Dichiarazioni che, riscontrate, hanno portato negli ultimi tempi ad alcune importanti operazioni antimafia.

Dopo l’aggravarsi delle sue condizioni di salute, nel mese di aprile dello scorso anno, era tornato nella sua abitazione di Castelvetrano da dove era uscito, in manette, nel dicembre del 2013, nell’ambito dell’operazione Eden. I familiari hanno continuato a vivere a Castelvetrano denunciando un continuo stato di isolamento nei loro confronti.

Lorenzo Cimarosa