MOSTRE DI PRIMAVERA 0

La mostra fotografica di Giacomo Moceri e Mirko Tamburello, organizzata all’interno della Chiesa del Purgatorio di Castelvetrano- aperta dal 24 aprile-, si arricchisce in questi giorni di una serie di Installazioni e quadri dal titolo “ INSOSTENIBILE leggerezza” di Gaetano Raniolo, che rappresentano un invito alla riflessione .

“ INSOSTENIBILE leggerezza “ è quella con la quale in questi giorni vengono trattati tanti temi essenziali per la sopravvivenza del pianeta, primo fra tutti, nell’anno dell’EXPO di Milano, quello della fame e della povertà nel mondo. Si calcola che circa 800 milioni di persone nel mondo soffrano per fame e malnutrizione.

Nel sud del mondo Multinazionali e governi ‘scippano’ le terre ai poveri incrementando il fenomeno del land grabbing, l’accaparramento incontrollato delle terre effettuato da investitori internazionali che stringono accordi su vasta scala, gettando le basi di quello che già ha le sembianze di un nuovo colonialismo e il cui risultato ultimo sono gli enormi flussi migratori a cui assistiamo.

«Dacci oggi il nostro pane quotidiano» è un’esortazione che, afferma Carlo Petrini, pur trovandosi all’interno della principale preghiera cristiana, chiama in causa ciascun abitante del nostro pianeta, indipendentemente dalle sue sensibilità religiose. Il cibo, il nutrimento del corpo che è anche nutrimento della mente, del cuore e dello spirito, è ciò di cui tutti abbiamo bisogno per essere vivi e per vivere pienamente le nostre esistenze.

“ INSOSTENIBILE leggerezza “ è quella con cui non affrontiamo il tema dello spreco in campo alimentare; “c’è cibo per tutti, ma non tutti possono mangiare, mentre lo spreco, lo scarto, il consumo eccessivo e l’uso di alimenti per altri fini sono davanti ai nostri occhi “ è il paradosso dell’abbondanza descritto da Papa Giovanni Paolo II.
Ogni giorno in Italia si producono 72 mila quintali di pane. Se ne buttano via, ogni giorno, 13 mila quintali. Due campi di calcio, riempiti e svuotati. Ogni giorno

La Mostra ospita anche un’installazione video dal titolo Verso “ Un mondo nuovo”

Apertura sabato e domenica : ore 10,00/13,00 – 17,00/20,00

giacomo-moceri-mirco-tamburello