Essepiauto

Nuova vita per il Teatro Comunale a Triscina di Selinunte. Dopo l’affidamento da parte del Comune di Castelvetrano, la società LD Communication ha lavorato senza sosta per offrire un programma degno degli illustri nomi ai quali il teatro è stato intitolato: “Franco Franchi e Ciccio Ingrassia”.

La rassegna culturale “Incanto di mare, profumo di sale” prende il via giorno 7 agosto e prevede spettacoli musicali, teatrali e cocktail letterali. Si inizia appunto mercoledì con un gran galà di apertura con il concerto di Francesca Impallari e Marina Pagliarello, pianoforte e voce Dario Vallone, al violino Giuseppe Catalano ed il tenore Roberto Gagliano. Lo spettacolo è offerto con ingresso libero.

L’ospite di punta sarà Gianfranco Jannuzzo con il suo Recital, venerdì 16 agosto. I biglietti sono in prevendita al botteghino del teatro, oppure su Liveticket.it.

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO

“Al teatro di Triscina – scrive Alessandro Quarrato della LD Communication – mi lega un profondo legame perché ho vissuto nel tempo le vicissitudini che hanno portato alla sua costruzione in vari step e sono tra i fautori dell’intestazione proprio quale omaggio alla coppia di geniali comici palermitani, che proprio da Castelvetrano nel lontano 1954 avviarono una luminosa carriera.

L’intuizione dei progettisti che hanno deciso di sfruttare il declivio esistente, per interagire profondamente con gli elementi naturali che lo circondano, le relazioni visive con il mare e il sistema dei percorsi, hanno disegnato un’arena che può ospitare eventi di varia natura dalla musica alla cultura, dal teatro al cabaret, regalando agli astanti i caldi colori della cavea che assorbono la luce intensa e riflettono le sfumature della macchia mediterranea, rapiti da un fiume di parole e di scene che rubano l’occhio e regalano un’esperienza indimenticabile.

A nostro avviso Triscina, dopo l’ingenerosa campagna mediatica della quale è stata vittima nel tempo, ha bisogno di riscoprire il senso della bellezza, l’incanto che ,oggi come quaranta anni fa quando era un incontaminato paradiso, continua a suscitare. Secondo noi si può ripartire dalla bellezza provando a trasformare il teatro in un polo di attrazione che possa ospitare il meglio della produzione culturale italiana, dando spazio altresì a laboratori di teatro per i giovani, per i disabili e per le associazioni che troveranno il naturale palcoscenico per iniziative di ogni tipo. Il teatro Franchi-Ingrassia deve diventare uno scrigno che da maggio a settembre schiuda i suoi tesori attraendo visitatori, residenti, villeggianti.
La LD Communication ha deciso di credere in questa mission e per i prossimi tre anni vi racconterà un nuovo mondo, scevro dall’abitudine tutta castelvetranese di non fare e di non lasciare fare agli altri. Noi abbiamo deciso di metterci in gioco e voi volete seguirci in questa avventura?