La Bottega di Lia Calamia

Esattamente sei anni fa le Etnosphere realizzate da Lia Calamia venivano esposte a New York, in una Collettiva Internazionale allestita presso l’Agorà Gallery di Manhattan.

L’artista castelvetranese era stata l’unica italiana accolta nell’esposizione, grazie alla novità del linguaggio figurativo delle sue creazioni, capaci di esprimere al contempo i valori tradizionali dell’artigianato siciliano, e la contemporaneità del concettualismo moderno.

I lusinghieri consensi ricevuti sia dalla critica ufficiale che dal grande pubblico sono stati registrati dalle testate giornalistiche della Grande Mela, che hanno dedicato a Lia un’attenzione del tutto particolare.

Per ricordare quel memorabile momento della carriera professionale della pittrice, Pier Vincenzo e Giancarlo Filardo hanno voluto restaurare gli ampi spazi della “Xeniahome”, che si trovano accanto alla bottega “Lighea”, dove Lia eseguiva le sue opere, insegnando ai suoi allievi e ai suoi collaboratori i segreti delle tecniche pittoriche e del restauro artistico.

Già la mostra retrospettiva “Racconto”, con cui si sono inaugurate queste nuove sale, l’8 dicembre 2018, ha permesso di compendiare, per la prima volta e in un’unica soluzione, le tappe fondamentali dell’intenso percorso artistico di Lia.

Adesso questa esperienza espositiva continua, arricchendosi di nuove opere, che vanno dai primi esordi sino alle ultime composizioni, e di documenti fotografici inediti che illustrano il dietro le quinte del lavoro di Lia, dalla vita di bottega all’attività di restauro.

La nuova mostra, patrocinata dall’Associazione Amacus, aprirà alle ore 17.30 del 3 luglio, rimanendo visitabile fino a fine Settembre

Essa costituisce un’ottima occasione per venire a contatto con le opere di una validissima artista, di cui noi Castelvetranesi manteniamo vivo il ricordo.

David Camporeale