Un relitto databile ai primi decenni del XIX secolo è stato rinvenuto nei fondali di Torretta Granitola, a Campobello di Mazara. La scoperta è stata fatta da Giampaolo Mirabile. Del relitto sono state trovate consistenti parti lignee, chiodi in ferro di antica fattura. Insieme al relitto è stata trovata una zavorra. Più distante di 100 metri è stato trovato un chiodo di ferro di 28cm. Tutto il materiale video e fotografico, realizzato dal gruppo subacqueo di BC Sicilia è stato consegnato alla Soprintendenza del mare. In immersione con Mirabile sono scesi nei fondali Gaetano Lino e Salvatore Ferrara.

Non è la prima volta che i fondali davanti Capo Granitola regalano scoperte archeologiche così interessanti. Fu lo stesso Sebastiano Tusa, prima Soprintendente del mare e poi Assessore regionale all’identità culturale, a immergersi più volte in quei fondali, scoprendo resti di navi antiche.