Di solito il pane nero di Castelvetrano conquista il palato dei buongustai con un ottimo olio extra vergine d’oliva. Ma l’eccellenza della città – certificato anche come Presidio Slow Food – da oggi e sino a domenica si potrà gustare anche come un ottimo gelato. La novità è stata pensata da Giuseppe Marotta e il cognato Andrea Costanza, entrambi di Castelvetrano, insieme al maestro Leo Leoni che invece viene dall’Emilia-Romagna (la cui gelateria è stata premiata tra le Top Ten d’Italia nel 2018). Lo si potrà assaporare presso la gelateria Scialò di via XI Maggio, 152, in pieno centro a Marsala.

Quello pensato è un gusto gourmet, fuori quelli classici. «Il gelato al pane nero di Castelvetrano è un vero omaggio alla nostra città – spiega Giuseppe Marotta – con la speranza che incontri il piacere del palato di chi lo proverà». Agli occhi del consumatore, la vaschetta si presenta molto invitante, con alcune fette di pane preparato con la farina di tumminia. Ma come viene preparato? «La base è quella classica di un gelato bianco, alla quale va aggiunto olio extra vergine d’oliva e pane a pezzi» spiega Marotta. Poi tutto viene frullato e messo in frigo. Un gelato tutto made in Sicily preparato da maestri gelatieri siciliani.