ASCOLTA L'ARTICOLO

Libri, musica, cinema, ma anche natura, visite guidate, osservazioni astronomiche e degustazioni. C’è tutto questo al «Sikano fest», la rassegna organizzata dal Comune di Santa Ninfa con il supporto di vari enti (tra i quali la Rete museale e naturale belicina e la Riserva naturale «Grotta di Santa Ninfa»), che giunge alla sua quinta edizione. La kermesse mantiene il suo ambizioso proposito: ricercare le origini dell’identità di un territorio ricco di storia, diversificando e qualificando l’offerta culturale, rispondendo alle esigenze di un turismo moderno, di qualità e sostenibile, valorizzando le risorse naturalistiche, i beni pre-protostorici e antropologici.
Suggestivo il tema scelto dai curatori per la quinta edizione che quest’anno si apre anche al cinema, nello specifico ai cortometraggi: «Rammendi e ricuciture: dalle cicatrici, la bellezza».
Diversi gli appuntamenti, che saranno ospitati al castello di Rampinzeri, il secentesco baglio restaurato, di proprietà del Comune, che dalla sommità di una collina domina la verdeggiante vallata sottostante, nel “cuore” della Valle del Belice, il 26, 28 e 30 luglio.
Si apre martedì 26 luglio. Dalle 18 in poi, visite al centro «Esplora-Ambiente» della Riserva naturale e al museo della preistoria «Pietra: prima cultura». Alle 18,30 la presentazione del libro di poesie di Salvatore Rancatore «Distante, così vicina». Dialogherà con l’autore, Bia Cusumano. Alle 21 toccherà alla cantante Silvia Mezzanotte esibirsi nel concerto «Le mie regine». Con lei, sul palco, Pino De Fazio (al piano) e Luca Cantelli (al basso).
Giovedì 28 luglio, dalle 18,30 in poi, visite al centro «Esplora-Ambiente» e al museo della preistoria. Alle 19 la presentazione del libro di Totò Cascio e Giorgio De Martino «La gloria e la prova. Il mio Nuovo Cinema Paradiso 2.0». A conversare con Totò Cascio, celebre protagonista del film premio Oscar «Nuovo Cinema Paradiso», di Giuseppe Tornatore, ci saranno i giornalisti Vincenzo Di Stefano e Mariano Pace. Le letture saranno affidate all’attrice Marilena Piu.
Al termine «Calici d’autore», degustazione di vini locali.
Alle 21, «Rampinzeri… sotto le stelle», osservazione del cielo con telescopi e spiegazione della volta celeste e delle costellazioni a cura di «Anki», ente gestore del Planetario di Palermo.
Sabato 30 luglio, dalle 20,30 in poi, visite al centro «Esplora-Ambiente» e al museo della preistoria. Alle 21, sul palco del festival salirà l’attore siciliano Fabrizio Ferracane (vincitore, nel 2019, del Nastro d’argento quale miglior attore non protagonista per la sua interpretazione di Pippo Calò nel film di Marco Bellocchio «Il traditore»). Ferracane sarà protagonista di una conversazione a più voci e di un reading poetico. A seguire la proiezione di due cortometraggi: «’U scantu», di Daniele Suraci, e «In famiglia», di Giorgio Diritti, che vedono entrambi, nel cast, lo stesso Ferracane.
Si chiude con una degustazione di vini e musica dal vivo.

L’assessore alla Cultura, Linda Genco, si dice emozionata per questa quinta edizione del «Sikano fest»: «Un festival – commenta – che ha avuto come protagonisti scrittori, musicisti, poeti ed artisti siciliani o comunque fortemente legati alla nostra terra». L’assessore sottolinea la grande novità di quest’anno, la cinematografia, «con la presenza dell’attore Fabrizio Ferracane e la proiezione di due cortometraggi che lo vedono protagonista. Il mio augurio – aggiunge – è che questa edizione del “Sikano fest”, con la sua suggestiva cornice storica del Castello di Rampinzeri, e paesaggistica della Riserva naturale “Grotta di Santa Ninfa”, possa donare preziosi momenti di serenità e spunti di riflessione, troppo spesso negati dagli accadimenti degli ultimi due anni».

Per informazioni e visite guidate si può chiamare il Comune di Santa Ninfa (0924.992208), il museo della preistoria (349.4034740) o il museo dell’emigrazione (348.7986719).

AUTORE.