Un bel gesto di solidarietà, una concreta azione in favore dei più disagiati, permetterà ad una decina di pazienti ed a 4 operatori del Centro Diurno di riabilitazione psichiatrica „Arcobaleno“, di vivere qualche giorno di spensieratezza, lontani dagli assilli quotidiani.

Sotto la guida della dirigente pedagogista Anna Di Giovanni si svolgerà una gita che prevede, tra il 27 ed il 30 Novembre, un visita al santuario di Padre Pio in San Giovanni Rotondo.
La partenza avviene in pullman e prevede, oltre al viaggio, anche un pernottamento in terra di Puglia. Per molti pazienti sarà la prima volta che avranno occasione di fare una gita, di dormire in hotel.

Il CSM associato all’Ospedale di Castelvetrano è una struttura semi residenziale che ha funzioni terapeutico riabilitative. Sono curate in particolar modo le abilità nella cura di sè, nelle attività della vita quotidiana e nelle relazioni interpersonali.

La gita è stata organizzata grazie al sostegno finanziario del Lions Club (di cui quest’anno è Presidente la Dottoressa Di Giovanni) e del Comune di Castelvetrano che, sotto la Sindacatura dell’Avvocato Felice Errante, aveva stanziato una somma in favore dell’inziativa del Centro di Salute Mentale già nel 2016.

Tutto il gruppo dei pazienti è stato coinvolto ed interessato alla programmazione della gita, attesa da diversi giorni con entusiasmo, a dimostrazione che occorre veramente poco per fare felici le persone semplici ospitate dal CSM: „Basta un pò sensibilità e di amorevole attenzione, che non facciamo certamente mancare ai nostri pazienti – dice la Dottoressa Di Giovanni – Non sono molti gli strumenti che abbiamo a disposizione, ma li sfruttiamo tutti per migliorare la vita di chi soffre e per dare sollievo alle famiglie che ci affidano con fiducia i loro cari“.
E allora…..si parte.

Antonio Colaci
addetto stampa del Lions Club di Castelvetrano