ASCOLTA L'ARTICOLO

Anche la Cifa e Fedagricoltura sono preoccupati del momento difficile che gli agricoltori della provincia stanno vivendo, a causa della siccità e dell’acqua fornita dai Consorzi con difficoltà. «Non possiamo compromettere la produzione agricola e il futuro delle imprese del settore già gravate dall’eccessivo aumento dei costi energetici e delle attrezzature a causa prima della pandemia e poi della guerra in Ucraina. Le autorità di competenza intervengano affinché si possa svolgere regolarmente, e senza iniquità, la campagna irrigua nel nostro territorio», ha ribadito Gaspare Ingargiola a capo della Cifa Trapani. Ingargiola è anche responsabile provinciale di Fedagricoltura.

La diga Delia serve per l’irrigazione di quasi 6.000 ettari di coltivazione. E dall’invaso vengono sversati a mare diversi metri cubi d’acqua, solo perché l’impianto necessità di interventi di manutezione. «Chiediamo l’istituzione di una task-force per risolvere il problema in poco tempo», chiarisce ancora Ingargiola, pronto anche a sollecitare il Governo regionale affinché, grazie ai fondi Pnrr, possa progettare una manutenzione più strutturata.

Giuseppe Ingargiola.

AUTORE.