La comunità di Castelvetrano piange la prima vittima legata all’emergenza Coronavirus. Si tratta di Vincenzo Leone, un medico originario della nostra città ma da diversi anni residente in provincia di Bergamo, nel piccolo comune di Zanica. La notizia della sua scomparsa è arrivata questa mattina, pochi giorni dopo l’esito positivo del tampone Covid-19. Notizia confermato da uno dei suoi più cari amici che ha seguito gli ultimi giorni di degenza per una polmonite interstiziale presso la clinica Gavazzeni di Bergamo. È il terzo medico di famiglia caduto nella lotta al Coronavirus in Bergamasca

Il dott. Leone aveva 65 anni e svolgeva l’attività di medico di famiglia da quasi 30 anni. Aveva uno studio ad Urgnano ed era particolarmente attivo anche politicamente. La notizia sella sua scomparsa ha sconvolto parenti e amici del medico, molti dei quali si trovano proprio a Castelvetrano. Il dottor Leone ha sempre coltivato una grande passione per la musica ed è stato un brillante batterista in diversi progetti musicali di Castelvetrano negli anni ’80.

Da bravo medico era sempre pronto ad aiutare gli altri. Anche nelle situazioni più difficili non perdeva mai il sorriso e la forza di affrontare i momenti più drammatici”. Così lo ricorda uno dei figli, Carlo, in un giornale locale di Bergamo