ASCOLTA L'ARTICOLO

E’ stato costituito il Coordinamento Provinciale di Fratelli d’Italia, che avrà l’onere di riorganizzare il partito dopo i due importanti appuntamenti elettorali appena celebrati, regionale e nazionale, oltre a rinnovare e rafforzarne la struttura dirigenziale, consentendo all’area politica che rappresentiamo in provincia di tornare a essere davvero protagonista, nella dimensione di un organico e coeso centrodestra. Si deve tornare a respirare aria di sana politica, di militanza senza interesse, di competenza e passione, valori fondamentali se si vuole ricucire il rapporto tra cittadini e politica. 

“Governare” i territori in questi tempi feroci e poveri è una difficile missione che deve tenere conto dei mutevoli fattori sociali, economici, politici e delle disillusioni di chi in passato aveva creduto. La provincia di Trapani è un territorio sbiadito ormai assuefatto ad una mediocre ordinarietà, prototipo di approssimazione, dove l’attuale litigiosa classe politica, abituata a campare di rendita si è ammosciata con il passare del tempo per mancanza di competizione e di idee, generando nella cittadinanza la perdita del senso di comunità. Siamo convinti che sia necessaria una “rivoluzione”, che sia morale, etica e culturale, basata su un processo di crescita democratica, che accentri il concetto di comunità attraverso i luoghi della partecipazione, le agorà pubbliche o social, cittadini, imprese, associazioni, saranno invitate a dialogare all’unisono in quella che la liturgia politica indica come concertazione istituzionale, un “progetto gentile” con mano leggera e cuore saldo che entusiasmi tutti nessuno escluso, ma che soprattutto sia capace di restituire dignità ad una comunità restituendole il suo senso di unità. Il Coordinamento avrà il compito di organizzare la linea di Partito, di rappresentare le istanze di una comunità nelle sedi Istituzionali, nella società, decidere quale linea di azione o opposizione politica adottare nei contenuti e nella forma per tutelare i legittimi interessi del territorio.

Attuare una forma di autonomia decisionale che sia però frutto di un processo di condivisione di intenti di tutti gli apparati costituiti, cominciando dal Coordinamento Provinciale passando per quello Regionale, fino al livello apicale che detta la linea Politica per l’intera Nazione, cercando di offrire al territorio una concreta possibilità di crescita e sviluppo, di costruire una nuova e forte rappresentanza territoriale. 

Il Coordinamento è cosi Costituito:

  1. Maurizio Miceli – Presidente (in foto con Giorgia Meloni)
  2. Davide Brillo – vice Presidente – con delega alle Relazioni Istituzionali;
  3. Alessandro Fundarò – vice Presidente – con delega a Responsabile Organizzazione;
  4. Christian Farsaci – Segretario –  con delega all’Ambiente e ai Beni culturali;
  5. Antonio Froiio – Tesoriere – con delega al tesseramento e ai rapporti con le associazioni;
  6. Francesco Santangelo – Responsabile organizzazione – con delega alla comunicazione e agli eventi;
  7. Giuseppe Vassallo – Responsabile Enti Locali;
  8. Antonino Maiorana – Responsabile Isole minori – con delega alla pesca;
  9. Giuseppe Bica – Responsabile rapporti attività produttive – con delega all’attuazione PNRR;
  10. Alessandra D’Aguanno – Responsabile servizi sociali e pari opportunità;
  11. Leonardo Pugliese – Responsabile rapporti con le forze armate, ordine, sicurezza, legalità;
  12. Michele Ritondo – Responsabile provinciale Gioventù nazionale;
  13. On. Nicola Catania – Sindaco e Deputato regionale;
  14. Ignazio Drago – Pubblica Istruzione.

 

AUTORE.