Sono otto i seggi che verranno assegnati per la circoscrizione Isole a questa tornata di Europee. La Lega in Sicilia ha fatto man bassa di voti, ma è arrivata seconda dopo il M5S che si conferma primo partito. Al Carroccio è sicuro già un seggio: Salvini è stato il primo degli eletti ma, come probabilmente rinuncerà, il suo posto toccherà all’avvocato quarantenne di Licata, Annalisa Tardino, la seconda più votata in Sicilia. Ma non è escluso che la Lega porti a casa anche un secondo seggio: così entrerebbe Francesca Donato, originaria di Ancona ma da anni oramai trapiantata a Palermo. Forza Italia conquista un seggio che toccherebbe a Silvio Berlusconi se quest’ultimo non sceglierà un seggio in un’altra circoscrizione. In questo caso entrerebbe in Parlamento il capogruppo all’Ars Giuseppe Milazzo che l’ha spuntata sull’ex ministro centrista Saverio Romano. Al Pd è sicuro un seggio, anche se non è escluso che potrebbe scattarne un secondo. Vince Pietro Bartolo, il medico in servizio a Lampedusa con 135 mila preferenze. Lo segue l’eurodeputato uscente Caterina Chinnici che, nel caso scattasse il secondo seggio, ritorna in Parlamento.

Nel M5S ce l’ha fatta Dino Giarrusso, ex inviato delle Iene, che con 116.776 voti ha vinto sull’uscente Ignazio Corrao, alcamese. Corrao, comunque, torna in Parlamento, visto che sono sicuri due seggi ai pentastellati. È incerto, invece, un terzo seggio che potrebbe toccare alla sarda Alessandra Todde, ex amministratrice delegata di Olidata. L’ottavo seggio pare toccherebbe a Fratelli d’Italia. La capolista è Giorgia Meloni che – in caso di rinuncia o di scelta di un seggio in un’altra circoscrizione – potrebbe lasciare il posto a Raffaele Stancanelli, ex sindaco di Catania dal 2008 al 2013, che ha rotto con Diventerà Bellissima per tentare la corsa verso Bruxelles.