Un invito accorato a donare il sangue. In questo momento difficile che sta vivendo anche la Sicilia, il Presidente dell’Avis provinciale, Francesco Licata, rivolge un appello ai donatori ma anche a chi non ha mai donato e vuole apprestarsi a farlo. «Se diminuiscono ancora le donazioni di sangue o si bloccasse questa attività, si aprirebbe una grave “falda” nel sistema trasfusionale che potrebbe creare qualche problema serio a coloro che devono fare le trasfusioni per vivere, per le emergenze, per i trapianti e gli interventi chirurgici», ha detto Licata.

Licata spiega che «la Sicilia non è autosufficiente, e con la compensazione interregionale si riesce a sopperire le mancanze di emazie. Ma questa è una pandemia che ha colpito inizialmente le regioni del nord che sono quelle più virtuose per donazioni di sangue. Dato che si parla di calo delle donazioni con punte del 34% in alcune regioni, e anche in Sicilia si registra un certo calo, forse sarebbe il caso di prendere consapevolezza della criticità in maniera seria».

Senza donatori o donazioni non ci possono essere sacche di sangue disponibili. Ecco perché l’invito a donare: «Per farlo contattate la sede Avis più vicina, programmate e prenotate la vostra donazione o test pre-donazione, rispettate il protocollo triage del donatore, fate l’autocertificazione per donazione di sangue, tramite il modello che si trova su www.avisprovincialetrapani.it.