Nelle parrocchie e nelle chiese l’Eucaristia verrà distribuita sotto la specie del pane, preferibilmente sulla mano dei fedeli, «a titolo cautelativo». E poi niente scambio della pace con un contatto fisico. Lo ha comunicato a tutte le Diocesi siciliane, nella serata di oggi, il Vescovo delegato per la Caritas e la Pastorale della Salute, della Conferenza Episcopale Siciliana, monsignor Giovanni Accolla, Arcivescovo di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela.

Nella Diocesi di Mazara del Vallo tali disposizioni – dopo le notizie che, di ora in ora, si susseguono sul Coronavirus – impartite di comune accordo col Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana, sono state recepite dal Vescovo monsignor Domenico Mogavero e proposte alla comunità diocesana. «Allo stato attuale non è limitata alcuna iniziativa di culto», ha scritto monsignor Accolla. Tra le disposizioni alle quali le parrocchie sono tenute ad attenersi c’è anche quella di tenere vuote le acquasantiere.