Nella nostra citta’ ci sono parecchie imprese commerciali ed artigiane che tengono rapporti di finanziamento con enti finanziari della nostra regione quali IRFIS, IRCAC,CRIAS, soprattutto rapporti di mutuo a medio e lungo termine utilizzati a suo tempo per gli avviamenti delle loro attività.

Ebbene, qualche aiuto immediato si e’ gia’ messo in moto : Questa mattina l’assessorato regionale dell’economia e l’associazione bancaria sicilia hanno raggiunto l’intesa che consentira’ l’estensione della moratoria dei mutui e dei finanziamenti contratti con il sistema bancario siciliano prima del 31.01.2020.

L’accordo raggiunto riguarda in sintesi i mutui a medio e lungo termine, i rapporti di finanziamenti , ed i leasing immobiliari finanziati alle imprese siciliane dall’IRFIS, DALL’IRCAC,DALLA CRIAS.

Al fine di contrastare la grave crisi di liquidita’ che attraversano le nostre imprese siciliane, l’accordo raggunto consentira’ di sospendere le rate mensili , evitando il pagamento della quota capitale per un anno ; e’ prevista la possibilita’ di allungamento del debito bancario fino al 100 per cento della durata residua dell’ammortamento ( per esempio se residuano 3 anni di mutuo da pagare, si potra’ chiedere alla banca l’allungamento fino a 6 anni , con conseguente dimezzamento dell’importo della rata e liberazione di liquidita’ ).

Siccome si attraversera’ un periodo di difficolta’ di accesso agevole al credito bancario , la regione sicilia ha avviato le procedure per il raddoppio delle risorse gia’ assegnate ( 100 milioni gia’ impegnate ) da destinare alla sezione del fondo centrale di garanzia ( mcc ) in favore delle imprese siciliane in crisi di liquidita’ ( 80% di garanzia pubblica ).

La regione sicilia ha chiesto,inoltre,all’abi sicilia di estendere la moratoria anche alle famiglie ed alle operazioni a breve delle imprese siciliane segnalando altresi alcune iniziative intempestive ed inopportune di banche che hanno richiesto il rientro immediato di finanziamenti a breve ad alcune imprese.
Sul punto e’ stato preannunciato l’emanazione di una circolare assessoriale, da indirizzare a tutte le banche operanti in sicilia, nella quale si segnalera’ l’opportunita’ di un piu’ esteso ricorso alla garanzia del fondo centrale e di limitare al massimo i rientri che rischiano di creare un pesante effetto a catena.
Si invitano,pertanto, tutte le imprese artigiane,commerciali,industriali della nostra citta’,che intrattengono rapporti di debito ( mutui,finanziamenti,leasing ) con gli enti regionali soprariportati ( ircac,irfis,crias ) di richiedere immediatamente per il tramite delle proprie banche locali le istanze di moratoria che consentiranno di liberare liquidita’.

Poi, questa amministrazione segue con interesse tutte le vicende legate alla misure economiche che interesseranno anche le nostre imprese di citta’ ; cosi’ come per tutte le vicende economicamente negative anche per il nostro territorio, che sono accadute per l’emergenza Coronovirus, questa amministrazione si sta adoperando affinche’ possa essere avviato nel piu’ breve tempo possibile lo sportello del microcredito, oggi ritenuto oltremodo necessario ed urgente, considerato anche una prevedibile fase di ristrettezza del credito bancario e della bassa bancabilita’ delle imprese del nostro territorio.

Ci attiveremo con insistenza affinche’ si possa arrivare nel piu’ breve tempo possibile all’auspicata apertura dello sportello del microcredito , ritenuto oltremodo vitale e necessario sia per le nuove micromprese sia per quelle esistenti .

BIAGIO VIRZI’
ASSESSORE ALLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Biagio VIrzì