bilancio-castelvetrano1

A Castelvetrano non c’è pace sui conti del Comune. Almeno secondo i firmatari di una lunga e articolata interrogazione a firma dei consiglieri comunali d’opposizione: Giuseppe Curiale (Gruppo Misto), Monica Di Bella (PD), Luciano Perricone (CDU), Francesco Bonsignore (Città Nuova) e Giampiero Lo Piano (Art. 4) che chiedono che fine abbia fatto il rendiconto di gestione (bilancio consuntivo) dell’esercizio finanziario del 2014. 

Nella loro interrogazione al sindaco Felice Errante i consiglieri firmatari chiedono, relativamente alle disposizioni emanate dal Dipartimento Regionale delle Autonomie nella circolare n. 3 del 26 marzo 2015, «come mai alla scadenza prevista del 30 aprile scorso, l’amministrazione comunale di Castelvetrano non abbia ancora presentato il relativo rendiconto ai Revisori dei Conti del Comune», chiedendo delucidazioni «sulla mancata approvazione da parte della Giunta comunale che ha comportato l’impossibilità della successiva valutazione da parte del Consiglio comunale».

«Abbiamo presentato l’interrogazione – spiegano i 5 consiglieri firmatari – per evitare che il Comune possa essere considerato inadempiente, con conseguente attivazione della procedura sostitutiva. Ricordiamo che, secondo la norma, la mancata approvazione del rendiconto di gestione nei termini di legge potrebbe comportare la nomina di commissari ad acta da parte dell’assessorato Autonomie Locali della Regione ed il conseguente avvio delle procedure relative all’applicazione delle sanzioni a carico del Comune».

di Filippo Siragusa

per GdS