Nella giornata di ieri le socie del comitato Orgoglio Castelvetranese hanno incontrato le dirigenti scolastiche dei plessi Radice-Pappalardo, Maria Rosa Barone, Capuana-Pardo, Vania Stallone e Ruggero Settimo, Maria Luisa Simanella per consegnare loro i buoni basti per la mensa da utilizzare per i bambini bisognosi che non potevano accedere ai servizi di ristorazione perché non più fornita gratuitamente dalla civica amministrazione.
La vicenda è nota già dal marzo scorso i servizi di mensa scolastica erano stati sospesi per le note vicende legate alla mancata approvazione del bilancio di previsione. Con l’inizio del nuovo anno scolastico, dopo che era stato detto chiaramente che il Comune non avrebbe garantito il prezioso servizio, i genitori avevano concordato direttamente con l’azienda la fornitura dei pasti ai loro bambini. In assenza del sostegno economico comunale molte famiglie bisognose non avevano potuto accedere al servizio e questo creava una situazione di disagio non sostenibile. Per tale motivo alcune associazioni si sono attivate per raccogliere dei fondi ed anche il Comitato Orgoglio Castelvetranese, da oltre sette mesi a sostegno dei cittadini nella risoluzione di alcune problematiche, aveva deciso di allestire un vero e proprio mercatino solidale nel corso delle recenti festività natalizie.

Grazie al grande cuore dei castelvetranesi sono state raccolte delle somme che hanno consentito di acquistare ben 23 blocchetti di buoni pasto che aggiunti ai 2 che sono stati generosamente offerti dall’azienda Belice Pasti hanno permesso di accumulare 25 blocchetti pari a 250 pasti che saranno donati in totale anonimato da parte delle dirigenti scolastiche a quelle famiglie che versano in condizioni economiche critiche, così da assicurare l’accesso alla mensa a tutti i bambini.


Il portavoce del comitato Orgoglio Castelvetranese