diaBeni per un valore stimato di 600.000 euro sono stati confiscati a Gaspare Como, cognato del boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro.

Como, 47 anni, commerciante di Castelvetrano e pregiudicato per associazione a delinquere ed estorsione, e’ attualmente agli arresti domiciliari nell’ambito di indagini antimafia. Il provvedimento,eseguito dalla Dia di Trapani, e’ stato emesso dal Tribunale, che ha inoltre disposto per Como la sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel comune di residenza per 4 anni.

Le misure erano state proposte nel 2013 dal direttore della Dia, dopo indagini da cui era emerso che Como aveva attribuito fittiziamente la titolarita’ di alcuni beni a familiari e prestanome. La confisca ha riguardato imprese di commercio al dettaglio di abbigliamento, beni mobili e immobili, e autovetture.

fonte. AGI