guardia di finanzaLa questura di Trapani ha eseguito il decreto del tribunale di Trapani per la confisca di beni per 26 milioni di euro all’imprenditore Michele Mazzara, di Paceco, 55 anni, condannato per favoreggiamento del boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro.

Secondo le indagini Mazzara da coltivatore in pochi anni è diventato un ricco imprenditore del settore agricolo, edile e alberghiero: a San Vito Lo Capo gestiva l’albergo Panoramic. Alle indagini ha partecipato la Guardia di Finanza.

fonte. ANSA