Ai nastri di partenza la XXI Edizione del Concorso Nazionale Miglior Lettore, promosso dall’I. C. “Capuana- Pardo” di Castelvetrano!
Il Concorso Miglior Lettore, fiore all’occhiello dell’Istituto Comprensivo “Capuana- Pardo”, ottiene per il secondo anno consecutivo l’accreditamento da parte del Miur, assurgendo ai ranghi di competizione nazionale!

Grandi l’emozione e la soddisfazione della Professoressa Marica Ardizzone, madrina e curatrice del Concorso che, giunto già alla XXI Edizione, quest’anno è interamente dedicato alla donna e alle pari opportunità, come si deduce dal titolo posto a suggello del bando: “Ritratti di donne. Dalla tradizione letteraria verso una cultura di parità”.

“La scelta di incentrare la tematica di quest’anno sulla figura femminile- spiega la prof.ssa- nasce da una riflessione approfondita. La definizione dei ruoli maschili e femminili, con la conseguente acquisizione di schemi di comportamento, di valori e di modelli sociali è un processo che inizia sin dall’infanzia. Gli stereotipi possono condizionare l’apprendimento, intrappolare uomini e donne in definizioni rigide, vincolare e limitare l’agire delle persone nel corso delle loro esistenze. Da qui l’esigenza di aiutare i giovani ad evitare le trappole culturali della ‘segregazione formativa’, promuovendo politiche volte alla valorizzazione della diversità e allo sviluppo delle pari opportunità.”

“Educare alla parità- continua la docente- significa valorizzare la differenza nella logica del rispetto, della pari dignità, della reciprocità. Occorre un cambiamento soprattutto culturale e un’analisi della figura della donna così come è stata considerata nelle diverse epoche e culture allo scopo di creare forme di convivenza per il progresso dell’umanità”.

Della stessa opinione il Dirigente scolastico, prof.ssa Anna Vania Stallone che, nel sottolineare la valenza formativa del Concorso, aggiunge: “La donna non è ancora realmente libera da tutti quegli schemi che la vedono vittima di tante forme di violenza, sia fisica che culturale. Occorrono strategie educative innovative che consentano di valorizzare il genere a partire dal contesto familiare e scolastico, nel rispetto delle peculiarità di ognuno e delle fasi dello sviluppo psicofisico del percorso di maturazione verso l’età adulta”.

Educare alla differenza di genere non significa marcare negativamente le diversità, ma interpretarle come risorse e opportunità di confronto e arricchimento nell’incontro con l’altro diverso da sé, al fine di sviluppare una “cultura di parità”, quale prerequisito fondamentale per l’edificazione di una “democrazia paritaria”.
Ecco allora che l’universo narrativo diviene un laboratorio nel quale indagare la costruzione del genere femminile ed imparare a riconoscere i condizionamenti di cui le donne sono spesso vittime inconsapevoli, stimolando nei giovani la capacità di stabilire relazioni tra letteratura e realtà, in riferimento ai ruoli di genere. Ciò vorrà dire lavorare sul sistema di rappresentazioni, tipizzazioni e stigmatizzazioni che rendono conto della costruzione sociale e culturale dell’identità femminile nel corso dei secoli, ma anche sulla maniera in cui tali rappresentazioni si sono poste rispetto alla realtà.
Importanti le novità legate alla presente edizione del Concorso, quali la creazione di una nuova sezione che, andandosi ad affiancare alle due preesistenti, finalizzate alla partecipazione degli studenti delle classi quarte e quinte della scuola primaria e delle classi prime e seconde della scuola secondaria di primo grado, consentirà l’iscrizione anche degli alunni delle classi prime e seconde della scuola secondaria di secondo grado.
Oltre al prestigioso riconoscimento da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, inoltre, da quest’anno il Miglior Lettore può vantare l’ormai imminente Patrocinio dell’Università del Molise, oltre a quello del Comune di Castelvetrano e, mentre si auspica la collaborazione del Lions Club, ha già avuto inizio quella con l’AID, l’Associazione Italiana Dislessia.
Ed ecco, allora, che la bibliografia suggerita per lo sviluppo e l’approfondimento del tema scelto, si arricchisce grazie all’inserimento di audiolibri, ovvero di libri digitali, che, invece di essere letti vanno ascoltati, offrendo così un più facile approccio alle lettura anche da parte dei bambini e dei ragazzi dislessici.
Ed è proprio in seno all’ evento “Leggere ascoltando…per imparare a divertirsi”, promosso dalla Presidente AID Sezione di Palermo, Dott.ssa Sabrina Bono, che sabato 17 novembre 2018, presso la Sala Teatro del Convitto nazionale “Giovanni Falcone” di Palermo, avverrà la presentazione dell’attuale Edizione del Concorso Miglior Lettore.
Nel ringraziare il Dirigente, che promuove la lettura come strumento di crescita culturale ed umana degli studenti, la professoressa Ardizzone, che da anni si spende con entusiasmo e passione per il Concorso e sostiene con viva convinzione tutte le iniziative volte a far scaturire un autentico amore per il libro e per la lettura, ricordando quanti nel corso delle edizioni precedenti vi hanno profuso tempo, energie e professionalità, in primis la prof.ssa Giovanna Maria Cirabisi, augura buon lavoro a tutti gli alunni che parteciperanno al Concorso, con l’auspicio che possano crescere come cittadini e adulti consapevoli, in grado di saper cogliere la bellezza dell’esistenza.
Per l’I.C. “Capuana- Pardo” di Castelvetrano, la prof.ssa Marica Ardizzone

GDE Errore: Errore nel recupero del file - se necessario disattiva la verifica degli errori (404:Not Found)