Concessi gli arresti domiciliari all’imprenditore castelvetranese Carlo Cattaneo, arrestato lo scorso 19 aprile nell’ambito dell’operazione denominata “Anno Zero”. Il Tribunale del Riesame di Palermo ha accolto la richiesta presentata dal collegio dei difensori composto dagli avvocati Roberto Tricoli, Raffaella Geraci e Francesco Aspanò.

In attesa che vengano depositate le motivazioni, i legali riferiscono che si tratta di un primo passo  per dimostrare l’assoluta estraneità del loro assistito dall’accusa di concorrente esterno per l’associazione di tipo mafioso.

“Evidentemente – dichiara l’avvocato Tricoli – il Tribunale avrà ritenuto che la custodia cautelare in carcere non fosse più necessaria stante la mancanza del pericolo di fuga e di reiterazione del reato”