Dapprima le dimissioni da Presidente di Francesco Saverio Calcara, poi l’indicazione del candidato sindaco nella persona di Vitalba Pellerito. Che dietro lo sfascio di “Città Nuova” ci fosse correnti e contrasti era immaginabile. Ora arriva la conferma. Con un documento diffuso stasera alcuni componenti del movimento hanno preso posizione e chiariscono che la scelta della Pellerito sarebbe avvenuta «senza alcuna procedura democratica». Ora i firmatari prendono le distanze dal movimento stesso: «continueremo, in altri modi e diverse forme, la nostra azione a servizio della città». A sottoscrivere il documento sono:

Francesco Saverio Calcara (presidente dimissionario)

Anna Gelsomino (vice presidente dimissionario)

Gaspare Bua (già candidato consigliere)

Antonino Fontana (già candidato consigliere)

Caterina Russo (già candidato consigliere)

Sergio De Simone (già candidato consigliere)

Tommaso Scirè (già candidato consigliere)

Baldo Boualluoucha (già candidato consigliere)

Vito Fazzino (già candidato consigliere)

Giovanna Maria D’Aguanno (già candidato consigliere)

Giovanna Vienna (già candidato consigliere)

Giuseppe Caponnetto (già candidato consigliere)

Sergio Signorello

Antonino Bacchi

Antonino Centonze

Francesco Craparo

Filippo Siragusa

Alessandro Scira

Maddalena Conigliaro

Giulia Pompeo

Angela Curia

Leonardo Manuel Corso

Giuseppe Fontana

Claudio Gullo

Giuseppe Cirillo

Salvatore Forte

Rosario Ciulla