Ora è ufficiale: Pasquale Calamia sarà il candidato del centro sinistra a Castelvetrano.

La scelta sul nome dell’architetto è avvenuta stasera, nel corso della riunione tra i Radicali, Partito Socialista, Sinistra per Castelvetrano e il Partito Democratico. In ballo c’erano i nomi di Calamia e di Monica Di Bella, avvocato e, come l’architetto, consigliere comunale nelle passate legislature. Pasquale Calamia è già stato in seno al massimo consesso per ben tre volte dal 2001. Negli ultimi anni è stato vicino al deputato Baldo Gucciardi che l’ha nominato componente della sua segreteria, quando ha ricoperto l’incarico di Assessore regionale alla salute. Prima di Gucciardi, Calamia è stato vicino all’ex Assessore Lucia Borsellino e ha ricoperto ruoli negli Uffici di gabinetto dell’Assessorato regionale al territorio e ambiente e al Dipartimento rifiuti. Intanto, a destra, è spuntato il nome di Antonino Giaramita, ufficiale della Guardia di Finanza in quiescenza, originario di Castelvetrano. Giaramita sarà in corsa con la lista “Legalmente Castelvetrano”, dove sono confluiti anche i leghisti.