Essepiauto

In questi giorni si è appreso da articoli di stampa, pubblicati dai siti Castelvetrano News e Prima Pagina Castelvetrano che questo Ente avrebbe perso consistenti finanziamenti inerenti a progettualità sulla assistenza agli anziani e, da ultimo, dell’annullamento di un bando da 200 mila euro, finalizzato alla manutenzione di strade, marciapiedi e semafori, servizi questi assai indispensabili sul territorio in relazione alle esigenze che lo stesso esprime.

Premesso che l’informazione costituisce un diritto costituzionalmente riconosciuto, pur tuttavia non può non evidenziarsi che i contenuti degli articoli di stampa debbano trovare rispondenza con gli atti e le procedure amministrative poste in essere dalla civica amministrazione e ciò al fine di garantire una corretta e quanto più fedele informazione all’utente.

In particolare, il progetto di natura assistenzialistica cui si fa cenno riguarda il Servizio di Assistenza Domiciliare agli Anziani ricadente nell’ambito del Distretto socio-sanitario D 54 in ordine al quale il Comune di Castelvetrano, nella qualità di ente capofila, ha proposto l’intervento in seno all’obiettivo S.06 del Quadro Strategico Nazionale.
La lamentata perdita del finanziamento per un importo di € 800.00,00 è del tutto destituita di fondamento dal momento che dalla tabella di riparto delle somme destinate al Distretto si evince in maniera chiara ed inequivocabile l’assegnazione della somma di € 68.885,23.

In perfetta sintonia con quanto deliberato dal Comitato dei Sindaci, il Comune di Castelvetrano, nel
settembre del 2017, ha regolarmente inoltrato al competente Assessorato Regionale della Famiglia
la progettazione e la relativa istanza di finanziamento.
Il supplemento istruttorio conseguente alla proroga al 13 ottobre 2017 dei termini di presentazione del progetto (il Comune di Castelvetrano aveva provveduto alla trasmissione della progettazione nei termini originariamente previsti) ed alcune discrasie registratesi sia in ambito assessoriale sia presso il competente ufficio comunale correlate alla nuova programmazione della spesa inerente il servizio da erogare al numero degli utenti individuati, hanno fatto si che la Convenzione venisse firmata digitalmente il 31 ottobre 2018.

Le circostanze sopradescritte, pur in presenza della formale approvazione della progettualità in argomento, hanno determinato l’adozione del decreto regionale di revoca del finanziamento assegnato al Distretto socio-sanitario D54, per non avere provveduto a dare avvio al servizio come previsto nel cronoprogramma e nella convenzione sottoscritta.

Lo stesso decreto regionale ha, comunque, previsto la possibilità che le somme svincolate della suddetta progettazione, nonché quelle relative alle progettualità riguardanti altri 24 Distretti dell’isola, costituiranno oggetto di futura programmazione nell’ambito dell’Obiettivo S.06 del Quadro Strategico Nazionale – Obiettivi di servizio 2007/2013.

Richiamando il principio sopradetto della veridicità e correttezza dell’informazione, non può non
evidenziarsi il ruolo strategico che ricade in capo al Gruppo Piano e alla struttura tecnica di riferimento dei Comuni facenti parte del Distretto socio-sanitario D54 ed, in particolare, la necessità che detto organismo operi con continuità, sinora non perseguita, garantendo la presenza e l’impegno delle figure professionali previste, così da potere assicurare puntualmente gli adempimenti necessari per l’attuazione delle numerose altre progettazioni in essere.
La puntualità degli adempimenti e la professionalità nell’assolvimento degli stessi costituisce presupposto fondamentale perché i procedimenti in capo alla Pubblica Amministrazione rispondano ai generali principi di efficacia ed efficienza, che sembrerebbe non siano stati rispettati in occasione dell’approvazione, nel dicembre 2017, da parte della Commissione Straordinaria del progetto relativo all’Accordo Quadro per i lavori di manutenzione delle reti stradali e dei relativi impianti semaforici.

L’intervento prevedeva una spesa dell’importo di € 200.000,00 che avrebbe dovuto trovare imputazione in corrispondenza degli stanziamenti previsti per l’anno 2018 e 2019.
Diversamente da quanto erroneamente riportato nell’articolo stampa del 6 febbraio scorso, si precisa preliminarmente che ricade in capo al responsabile del procedimento proporre l’adozione delle determinazioni che, per regolamento, vengono poi adottate dal Dirigente competente.
Nel caso di specie, in conseguenza dell’adozione dell’atto deliberativo della Commissione Straordinaria di approvazione del progetto di Accordo Quadro relativo agli interventi manutentivi nelle strade comunali, il Dirigente pro-tempore, nell’adottare il proprio provvedimento a contrarre, ha omesso di provvedere alla prenotazione della spesa e al conseguente formale impegno delle somme previste nel progetto stesso. A causa del mancato assolvimento di detto elementare adempimento, sia il responsabile del procedimento sia il responsabile della Direzione organizzativa competente hanno ritenuto, con l’adozione della determina riportata nell’articolo stampa, di addivenire all’annullamento in autotutela della procedura di indagine di mercato avviata.
Ne deriva che la mancata operatività della Centrale Unica di Committenza non ha costituito la causa dell’annullamento dell’Accordo Quadro in autotutela, stante che l’Amministrazione avrebbe potuto ricorrere, per come avvenuto in occasione di altre gare afferenti l’appalto di opere pubbliche, ad altre stazioni uniche appaltanti.
Nel constatare il grave atto di negligenza registrato nella gestione dell’appalto in argomento, consapevoli dei numerosi disagi cui sono sottoposti i cittadini a causa dei danneggiamenti delle strade comunali, è stato redatto un nuovo progetto relativo alla manutenzione delle arterie stradali per un importo di € 49.401,99 la cui esecuzione consentirà di intervenire nei casi di maggiore pregiudizio per l’incolumità pubblica.

Tanto si ritiene di dovere rassegnare ai fini di fornire la più ampia e corretta informazione con
l’auspicio che per il futuro ci si attenga alla scrupolosa verifica e diffusione delle notizie.

Comunicato Stampa Commissione Straordinaria Comune di Castelvetrano