sistema delle piazze

Atteso l’imminente arrivo della primavera, ritenuto il tentativo di alcuni di far breccia nel cuore dell’amministrazione per la riapertura del traffico nel Sistema delle Piazze, considerato lo stato di abbandono dello stesso (già l’Urlo lo aveva denunciato a pochi mesi dalla fine dei lavori di qualificazine e pavimentazione con il sondaggio “le 7 bellezze e le 7 indecenze di Castelvetrano”), ritorno a interrogarmi/vi su quello che si potrebbe fare per rendere il sistema delle piazze nuovamente (se mai lo è stato) attrattivo per la gente e quali potrebbero essere le attività a sostegno di un ritorno della gente nel centro storico di Castelvetrano.

Di seguito qualche mia piccola idea che magari può servire a voi da base per le vostre.
Capisco che non è facile e, in molti casi, in tanti non hanno tempo per dedicarsi ad un pensiero del genere, tuttavia penso che dedicare qualche minuto, non di più, a questa problematica possa essere utile per tutti. Certo di un vostro pensiero (NON POLEMICO, MA PROPOSITIVO) al riguardo, mi congedo con le idee seguenti che, sottolineo, cercano di essere, appunto, solo idee, prive al momento di ogni ipotetico sviluppo.

1. CINEMA ALL’APERTO. Una sera alla settimana, approfittando delle belle serate primaverili. Una rassegna dei film più recenti che accompagnerà la città fino all’esodo estivo verso le frazioni selinuntine.
Si consiglia un giorno della settimana non coincidente con quelli del week-end, considerato che proprio nel week-end si registra il ritorno dei giovani universitari che già riempiranno il sistema delle piazze (si spera) per altri motivi.
Inutile, pertanto far coincidere due utili cause di affluenza.
I film più recenti attireranno, inoltre, più gente; i classici potrebbero essere trasmessi alternativamente con i primi e con proporzioni da stabilire.

2. MERCATO RIONALE. Una, due o tutte le mattine della settimana. Con le doverose cure per l’ordine e la pulizia e con la precisa disposizione che il mercato possa restare aperto solo nelle ore della mattina; a pranzo, come nelle grandi città (vd. Campo de’ fiori) tutto scompare.

3. TURISTI IN PIAZZA, ATTRAVERSO CONVENZIONI CON ALBERGATORI. Utilizzare la tassa di soggiorno – di cui si sta parlando tanto – per investimenti nel settore turistico (anziché destinarla all’aeroporto di Trapani). Si parla di circa 250 mila presenze nel territorio selinuntino. La tassa di soggiorno, credo, sia di importo pari a due euro. Si parla, pertanto di una cifra considerevole tale per predisporre di certo una giusta rete di trasporto che consenta ai turisti selinuntini di visitare il centro storico della città. Si includerebbe – come è giusto che sia – nei loro programmi di vacanza, una doverosa tappa nel centro della città, tra chiese, musei e cortili (per chi non lo sapesse, castelvetrano è piena di cortili; tanti sono che dovrebbe diventare peculiarità del territorio).

4. ARREDAMENTO DELLA PIAZZA. Luci e fiori. Il sistema delle piazze si presenta spoglio, freddo e sporco. La gente dovrebbe ritrovare il piacere di passeggiare, ammirandone la pulizia e i colori delle piante e dei fiori.

5. CONCERTI E MOSTRE CONTINUE. Generica come proposta. La Collegiata di S. Pietro o i locali del Collegio di Maria potrebbero essere ben diversamente utilizzati.

Vista la proposta n. 1 (cinema all’aperto), la presenza dello schermo potrebbe essere utilizzata per la trasmissione delle partite del mondiale di calcio. Insomma, ritengo che ogni idea si buona per creare movimento.

Adesso a voi…

Tancredi Bongiorno