La scelta di uno pneumatico non è mai una cosa semplice, sia perché in commercio esistono molti diversi modelli, e questo è sicuramente positivo, e sia perché chi non ha una competenza tecnica specifica può trovarsi disorientato dinanzi alla necessità di capire quali sono i modelli adatti al proprio veicolo.

Tra numeri, lettere e strani simboli si rischia davvero di andare “nel panico”, cerchiamo dunque di fare chiarezza e di comprendere che cosa significano le sigle che vengono associate ai vari pneumatici.

Cosa significano le sigle alfanumeriche

Facciamo un esempio: immaginiamo di imbatterci, in un e-commerce, nella sezione dedicata ai pneumatici di tipo 225 45 R17, come quella del sito www.euroimportpneumatici.com: cosa significa quella serie alfanumerica? Scopriamolo subito.

225 è una misura in millimetri che fa riferimento alla larghezza, 45 è invece una percentuale che indica il rapporto tra altezza e larghezza.

La R è una lettera che viene associata ai pneumatici a cassa radiale, mentre 17  una misura relativa al diametro.

Sono queste le informazioni “di base” a cui fa riferimento l’esempio indicato; alle medesime ne possono tuttavia essere associate delle altre, si pensi ad esempio all’indice di velocità, oppure alla capacità di carico.

Le marcature dedicate agli pneumatici invernali

Per comprendere quali siano le caratteristiche tecniche dei pneumatici bisogna avere chiaro cosa siano le cosiddette marcature, ovvero sostanzialmente dei simboli che possono essere impressi sulla superficie della gomma.

Tali marcature sono 2: l’una si presenta con la semplice scritta “M + S”, l’altra invece con il tradizionale simbolo della neve (ovvero la stella stilizzata) inclusa all’interno di una piccola montagnetta disegnata con linee rette. Scopriamo che cosa indicano.

La scritta M+S indica che lo pneumatico si può pregiare della marcatura Mud + Snow, la quale indica sostanzialmente che tale modello può essere utilizzato senza problemi nel periodo invernale, quindi su superfici innevate.

La presenza di questa marcatura è una garanzia di affidabilità ed è utile ricordare che i pneumatici invernali non sono necessari esclusivamente sul piano tecnico, ma anche a livello legale.

Se in occasione di un controllo da parte delle Forze dell’Ordine viene rilevato che il veicolo sta viaggiando, in periodo invernale, con gomme prive della marcatura, si va inevitabilmente incontro ad una sanzione.

La seconda marcatura di cui abbiamo parlato è la 3PMSF, la cui denominazione completa è 3 Peak Mountain Snow Flake: la presenza di questo simbolo, che viene conferito solo agli pneumatici che superano specifici test, indica che il modello si può utilizzare tranquillamente anche con condizioni particolarmente impegnative, dunque su strade innevate molto ostiche.

Altre informazioni utili per la scelta degli pneumatici

Non sono previste delle marcature specifiche per quel che riguarda i pneumatici estivi, stesso dicasi per i cosiddetti All Season, quindi quei pneumatici adoperabili in qualsiasi periodo dell’anno; per essere certi che un All Season sia utilizzabile in inverno in sicurezza e nel pieno rispetto delle disposizioni di legge, tuttavia, rimane necessaria la presenza della marcatura di cui abbiam parlato in precedenza, ovvero la M+S.

Al di là di questi tecnicismi, ad ogni modo, è sempre utile scoprire in che modo la casa produttrice presenta il suo pneumatico, quali sono le recensioni degli automobilisti che hanno già avuto modo di provarlo e magari scoprire che risultati sono stati raggiunti dal modello nei test ufficiali che sono periodicamente curati da importanti riviste automobilistiche, come ad esempio la nota Auto Bild.