Ad oggi, fare trading è molto più semplice che in passato: una volta, acquistare azioni od operare sul mercato significava doversi recare fisicamente in banca, mentre da qualche anno si possono praticamente raggiungere gli istituti di credito di tutto il mondo senza muoversi da casa o dall’ufficio. L’importante è trovare gli intermediari giusti, conosciuti comunemente come broker, che possano operare nel rispetto delle leggi vigenti al fine di garantire la professionalità e la trasparenza indispensabili in questi casi.

Le piattaforme di trading

Tra le migliori piattaforme per il trading nel 2021 si inserisce eToro, broker apprezzato sia dai principianti che dai professionisti, in quanto offre numerosi strumenti finanziari pensati per operare in completa autonomia sui mercati di tutto il mondo. Gratuite e con depositi minimi ben in evidenza sono anche Forex TB (che ha zero commissioni su ogni operazione) e Trade.com che, tra il materiale didattico che mette a disposizione, include anche dati statistici riferibili alla teoria delle onde di Elliott. Infine, Iq Option richiede uno dei depositi forse più bassi nel mondo del trading online e contiene anche video esplicativi delle principali strategie.

I broker di questi portali sono tutti in possesso di regolare certificazione rilasciata da organi come la Cysec, così come predisposto dalla CONSOB e dall’ESMA (organismo prettamente europeo), che hanno il compito di monitorare tutte le azioni svolte sui mercati. Ciò garantisce professionalità e trasparenza, a cominciare dall’offerta del già citato materiale didattico (documenti in pdf, video, webinar), fino ad arrivare al cosiddetto conto DEMO. Si tratta di conti virtuali che permettono di fare del vero e proprio trading ma senza investire soldi reali, fungendo da “palestra” per chi non abbia mai investito, ma anche per i trader più esperti che desiderino percorrere nuove strade in linea con le possibilità attuali.

Altro metodo da poter utilizzare su questi portali è quello del copytrading, ancora una volta strumento prezioso per i trader neofiti così come per i più navigati: scegliendo tra i migliori popular investors proposti dal broker, si può letteralmente ricalcarne le orme in automatico, senza bisogno di studiare le tendenze attuali del mercato. In più, proprio perché si emulano le loro azioni, possono crescere anche le possibilità di successo.

Le operazioni di trading

Tra le operazioni di trading più note ci sono quelle che riguardano l’acquisto di azioni: può trattarsi di quote societarie di brand noti, e-commerce o persino l’investimento su beni di consumo di prima necessità (come monete o petrolio). Tra le tendenze del momento, ad esempio, vi è quella che riguarda le criptovalute, ovvero le monete virtuali come il Bitcoin.

La tipologia di bene sul quale si vuole investire od operare con il trading si indica come asset e, nell’ambito delle monete, reali o virtuali che siano, si può ad esempio operare con il Forex, ossia lo scambio di valute: in una coppia (che può essere euro e dollaro oppure Bitcoin e Litecoin, solo per fare degli esempi) una prevale sull’altra e può portare vantaggi.

Le monete ma anche altri tipi di asset, poi, si possono utilizzare per i cosiddetti CFD o contratti per differenza: in tal caso occorre studiare le tendenze del mercato, magari attraverso le statistiche come la già citata Onda di Elliott, e stabilire a priori l’andamento del bene. Se in rialzo sul mercato si parla di posizione long, mentre se in ribasso la posizione si chiama short: in ognuno dei due casi, a una previsione corretta può equivalere un vantaggio del trader.

Infine, grazie al social trading, ovvero la community che riunisce virtualmente tutti gli appassionati di trading, ci si possono cambiare opinioni, strategie e rumors sui migliori investimenti del momento.