L’Osservatorio climatico del progetto “I-Amica” (un container con attrezzature all’avanguardia) posizionato proprio a Torretta Granitola (l’unico in Sicilia e uno dei sei collocati in più parti d’Italia), è stato intitolato alla memoria di Rita Atria, la giovane testimone di giustizia di Partanna che nel luglio 1992 si tolse la vita. A scoprire la targa è stato don Luigi Ciotti, presidente nazionale di “Libera”. «La tutela della natura e la giustizia sociale fanno parte delle nostre vite – ha detto don Ciotti – oggi non è più il tempo di rimanere a guardare. Luoghi come questi, dove si fornisce conoscenza, si fa ricerca, sono importanti».

Poi il ricordo e la testimonianza di Rita Atria: «Lei amava questo mare e nel suo diario scrisse che la mafia da combattere è, prima di tutto, quella dentro ognuno di noi, guardando alle scelte che facciamo, al nostro linguaggio». Don Ciotti ha ribadito: «Attenzione, le mafie sono vive, fanno di tutto per infiltrarsi. Oggi le nostre giornate hanno bisogno di più umanità, il pessimismo non può mortificare la speranza».