Una pasticciera architetto della classe liceale del tempo ha realizzato la torta a forma di 40 per festeggiare il tondo numero di anni trascorsi dal diploma del 1980, così come si è puntato su un menù tipico a base di pietanze siciliane sapientemente cucinate  dalle “compagnucce” della 5 A: Ita Galfano, Giovanna Calia, Lilly Calderone, Giusy Triolo, Anna Elia, Enza Passerini, Catia Biondo, Vita Montoleone, Gabriella Di Prima, Enza Pellicane, Daniela Lucentini e Caterina Lombardo che ha ospitato la kermesse nella sua casa di Tre Fontane. Giovanni Bonsignore, Melchiorre Corseri e Fortunato Mistretta hanno donato una rosa rosso fuoco alle loro compagne di scuola.

Lo spirito è quello di sempre, appartenente ai liceali di “avanti popolo ….”, con l’inno della rivista del Liceo nel cuore e la voglia di ritrovarsi, come già nel trentennale nel 2010.

La caratteristica del quarantesimo, caduto nell’era pandemica del 2020, è simbolicamente rappresentata dalle mascherine Covid che sono state disegnate e cucite appositamente per l’evento con tanto di ricamo scritto a ricordo della classe 5 A. Mai come in questo momento storico, l’incontro dei compagni di scuola ha assunto un particolare emozionante abbraccio.

L’emozione mostra la forza di un legame unico, che accomuna le vite di tanti amici che si ritrovano nel ricordo della loro epoca liceale e che oggi indossano le mascherine di protezione per dare un messaggio d’invito alla prudenza e all’attenzione alla salute.

E poi, via le mascherine per dare spazio al buon cibo siciliano che accomuna tutti i compagni in un momento conviviale dal gusto mediterraneo.

Alla fine il dono di una squisita marmellata e di un’inebriante liquore fatti di casa per rinsaldare lo spirito dei compagni del Liceo Scientifico castelvetranese.