Alla notizia della chiusura del Punto nascita presso l’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano non sono mancate le prime reazioni a caldo. Sulla questione è intervenuto il primo cittadino Enzo Alfano: «Come può una città come la nostra in difficoltà economica e sociale rinascere, ripartire se le istituzioni ci vietano e ci privano del punto nascita?». Alfano ha ribadito la necessità di un’attenzione da parte di tutte le istituzioni: «Una città martoriata dalla mafia, ripulita dalla giustizia, meriterebbe più attenzione dalle istituzioni tutte a cominciare dal Governo regionale», ha detto Alfano.

Il sindaco di Campobello di Mazara Giuseppe Castiglione, in tarda mattinata, ha raggiunto l’ospedale di Castelvetrano: «Assistiamo all’ennesima mortificazione per il nostro nosocomio e per tutta la popolazione circostante nonostante gli appelli e le lotte volte a garantire la salvaguardia della struttura. Questa è un’azione scellerata che non ci fermerà nella nostra azione», ha detto Castiglione.