Da un pò di sente parlare di azioni della collettività volte al benessere del nostro paese, tali azioni sono il segno che qualcosa sta cambiando , che sia un’aiuola adottata o la ripulitura di una villa, coloro che si spendono per il nostro paese sono cittadini che rispettano il luogo in cui vivono e cercano di dimostrare che anche con poco impegno, tanto può essere fatto.

Daniele Craparotta ci ha voluto raccontare la sua di esperienza, quella che nasce dalla voglia di fare del bene, infatti da qualche giorno aveva deciso di adottare una aiuola nella frazione di Triscina di Selinunte, nello specifico quella che si trova di fronte il Pianobar noto locale quasi in prossimità all’ingresso della borgata, che comprendeva solo marciapiede e piazzetta aperta.

Dopo aver finito di ripulire il posto, a distanza di nemmeno 24 ore, sono ricomparse bottiglie rotte sparse nella piazzetta, carte e sudicio accantonato e altro materiale proveniente dall’incuria e l’inciviltà del passante.

La rabbia e lo sgomento del lettore non ci può che far condividere il suo sfogo e continuare ancor una volta a invitare il cittadino alla cura di un bene che ancora non si è ben compreso essere di tutti.