Lettera aperta ai giovani castelvetranesi di Giacomo Moceri

Da un lato c’è un candidato sindaco che annuncia che se verrà eletto istituirà un assessorato appositamente per i giovani e ne affiderà la guida ad un giovane di età compresa tra i 20 ed i 30 anni. Così, a posteriori. Dall’altro, invece, c’è Pasquale Calamia, che i giovani li ha coinvolti fin dal primo momento, quando ha designato come assessore alla Cultura Giacomo Bonagiuso, dando a me, Giordana Firenze, Vincenzo Italia, Giovanni e Guido Di Stefano la possibilità di formulare idee e avanzare proposte che derivano dall’individuazione di obiettivi precisi e concreti per la rinascita culturale della città.

È facile fare dei giovani un mezzo di propaganda, ben più difficile è renderli fin da subito attori protagonisti. Ed è per questo motivo che mi rivolgo principalmente a voi, giovani castelvetranesi di tutte le età, non sotto i 30 né sopra i 20. Se avete voglia di contribuire anche voi al riscatto di questa città unitevi al nostro progetto e siatene sostenitori. Perché nessuno si salva da solo.

Giacomo Moceri
Staff Giacomo Bonagiuso, Assessore designato alla Cultura