Essepiauto

In occasione del 51esimo anniversario della morte del “Che Guevara”, l’associazione “Peppino
Impastato” di Salemi celebra uno dei più grandi rivoluzionari della Storia. Giorno 9 ottobre, a Salemi, a
raccontare la straordinaria vita del “Che” sarà il nipote Martin Guevara Duarte.

Scrittore, travel writer, Duarte è autore del libro “A la sombra de un mito”( Ala sombra di un mito), con cui all’International Gran Prix Advertising Strategies ha ottenuto a maggio scorso, il “Premio comunicazione e letteratura”, un importante riconoscimento conseguito per aver saputo raccontare in maniera strategica e innovativa gli anni trascorsi a Cuba. Uno sguardo critico di un bambino prima e di un adolescente e giovane poi che analizza la realtà sociale a l’Avana e gli effetti che questa figura imponente ha avuto, ed ha ancora, sulla sua vita, sulla sua famiglia e su altri uomini.

Martedì 9 ottobre alle 18,30 al circolo Peppino Impastato, Duarte, racconterà in prima persona chi era lo zio, un grande guerrigliero da ricordare non soltanto per le sue azioni a difesa del proprio paese ma anche per il suo carisma e la sua grande umanità.
Un incontro “A tu per tu con Martin Guevara Duarte” che offre la possibilità di un incontro irripetibile
diretto e profondo con l’autore, attualmente impegnato in un cammino tra i siti archeologici siciliani lungo l’Antica Trasversale sicula.

Alle 20,30, sempre al Circolo Peppino impastato di Salemi, si terrà un momento musicale con Manuel Bellone.

Martín Guevara Duarte è nato in Argentina nel 1963. All’età di 10 anni viaggia a L’Avana con la sua famiglia, rimanendo a Cuba per 12 anni. Si diploma nel 2007 presso l’Accademia di Belle Arti “José Joaquín Tejada”; con specializzazione in pittura e disegno. Attualmente vive tra Spagna e Argentina e si dedica a scrivere articoli, racconti, riflessioni.