Riceviamo e pubblichiamo la nota di Piero Craparotta, imprenditore castelvetranese particolarmente attento alle criticità del territorio.

sistema delle piazze castelvetrano

Vi consiglio di leggerlo e se lo ritenete opportuno commentare
Il marketing urbano e la creazione di impresa nel “Non Sistema delle tre Piazze”

Ritengo utile ed indispensabile istituire un “Laboratorio di progettazione delle politiche economiche”, un luogo di concertazione, progettazione e messa in opera di azioni concrete volte allo sviluppo economico del nostro cuore, al fine di vederlo pulsare.

Un gruppo di lavoro, composto da tecnici, figure professionali, imprenditori e da rappresentanti degli attori economici locali e culturali. Propongo di sviluppare un approccio di tipo integrato, nell’ambito del quale una componente fondamentale è data dalla capacità di attuare interventi di riqualificazione secondo una logica di partenariato tra l’ente pubblico ed il più alto numero possibile di soggetti privati.

Le problematiche, alla cui risoluzione sono finalizzate le azioni, sono le seguenti:
• scarso numero di esercizi commerciali di piccole dimensioni e progressivo allontanamento delle attività tradizionali storicamente ubicate nel centro storico;
• difficoltà di insediamento di nuove imprese in ambito urbano;
• inadeguatezza degli spazi pubblici ed edifici storici e monumentali per attività di tipo pubblico e privato;
• scarsa animazione del centro storico;
• inadeguata politica a sostegno delle imprese che possono influenzare, indirizzare ed agevolare i percorsi di rinnovamento del tessuto economico del centro storico;
• insufficiente sfruttamento delle potenzialità di collaborazione tra soggetti pubblici e privati nell’attuazione delle politiche di sviluppo;
• insufficiente dimensione del mercato urbano, che non è in grado di consentire un processo di differenziazione e di specializzazione delle imprese commerciali, artigianali e di servizio tra il centro urbano e l’area commerciale di C.da Strasatto.
• Adeguata riprogettazione del Piano Urbano del Traffico, attenzionando la possibile zona a Traffico limitato;

Quindi, occorre concepire il Centro Storico come una “organizzazione imprenditoriale” il cui output è la creazione d’impresa. L’ambizione strategica del progetto è quella di trattare il “Non Sistema delle tre Piazze” come un “prodotto”, come un bene, come un insieme di servizi che si trova sul mercato dei territori e che viene pensato e attuato oggetto di marketing.