petrolio favignana(Adnkronos) – Protezione civile nazionale e regionale al lavoro per pulire la costa di Favignana, dove si sono spiaggiate oltre due tonnellate di catrame.

Massiccio l’intervento di pulitura in una corsa contro il tempo per evitare danni maggiori all’area marina protetta. Sull’origine della macchia nera che ricopre le coste difficile ancora dare una spiegazione certa. L’ipotesi e’ che si gratti di un versamento in mare da una petroliera di passaggio.

Intanto a Favignana prosegue il lavoro di squadra tra l’Area Marina Protetta, il Comune, Legambiente e i volontari, per un intervento quanto piu’ possibile veloce e incisivo per la tutela e la messa in sicurezza della costa colpita dal catrame. Grande la solidarieta’ mostrata anche dal comandante della Ustica Lines, Morace, che per le giornate di sabato e domenica, e anche per le successive giornate di volontariato civile, ha deciso di mettere a disposizione dei soli volontari i biglietti gratuitamente.

catrame favignana

L’Area Marina Protetta ha attivato tutte le procedure per l’arrivo della Protezione Civile nazionale e regionale per avviare le opere di bonifica e intanto la Protezione Civile dell’isola, di concerto con l’Assessorato all’Ambiente, rappresentato da Giuseppe Campo, sta effettuando tutti gli opportuni sopralluoghi.

Interrogazione On. Giovanni Lo Sciuto

Occorre effettuare maggiori controlli. L’area delle Egadi va tutelata dal passaggio delle navi che trasportano petrolio

Preso atto che in quella zona di mare prossima alla riserva delle Egadi transita oltre il 30 per cento delle petroliere internazionali l’on. Giovanni Lo Sciuto, nei giorni scorsi, ha firmato una articolata interrogazione dove chiede al Governo regionale, un piano di controllo specifico, per evitare gravi rischi ambientali e, allo stesso tempo, sempre nell’interrogazione, L’on. Lo Sciuto chiede quali urgenti iniziative il Governo regionale intende intraprendere per fronteggiare il grave inquinamento rilevato nelle coste delle Isole Egadi

Anche la Siciltransfert ha deciso di mettere a disposizione gratuitamente i propri mezzi per chi vuole raggiungere il luogo da bonificare – dice il sindaco Lucio Antinoro – e il Comune offrira’ la colazione a sacco a tutti i volontari. I mezzi partiranno sabato e domenica dalla sede dell’Area Marina Protetta alle 8.30 e alle 10.15

Proprio ieri, dopo continui contatti con la Protezione Civile regionale e provinciale, mi e’ stato assicurato l’invio di un mezzo 4×4 dotato di modulo antincendio, per avere acqua a pressione. L’Amministrazione Comunale garantisce che le aree colpite ritorneranno piu’ belle di prima