Anche il Comitato di Castelvetrano della Croce Rossa Italiana parteciperà alla campagna di somministrazione dei test per l’indagine sierologica Covid-19 su un campione di 150 mila cittadini in tutta Italia. I volontari contatteranno 190 mila persone al telefono. In Sicilia sono 550 tra volontari e operatori coinvolti; al Comitato Cri di Castelvetrano sono 8 i volontari che effettueranno le telefonate (circa 11 mila) per reclutare il campione di persone. «Grazie al protocollo tra il comitato siciliano della Croce Rossa Italiana e l’AVIS regionale, i test potranno essere anche effettuati presso le sedi comunali AVIS – spiega il Presidente del Comitato, Giuseppe Cardinale – per chi ha difficoltà a deambulare, invece, verrà effettuato a domicilio dai nostri volontari».

«È fondamentale che le persone, inserite nel campione casuale, diano il loro contributo. Partecipare non è obbligatorio ma è un bene per se stessi e per l’intera comunità», spiegano dall’Istat. L’obiettivo della campagna è quella di capire quante persone hanno sviluppato gli anticorpi al Coronavirus, anche in assenza di sintomi, attraverso l’osservazione di un campione di 150 mila persone sull’intero territorio italiano.

Attraverso l’indagine i spiega si otterranno informazioni necessarie per stimare dimensioni e estensione dell’infezione nella popolazione e descriverne la frequenza in relazione ad alcuni fattori quali sesso, età, regione di appartenenza, attività economica. Per ottenere risultati più precisi. «Le informazioni raccolte, sottolinea ancora l’Istat nella nota, saranno essenziali per indirizzare politiche a livello nazionale o regionale e per modulare le misure di contenimento del contagio», spiegano ancora dall’Istat.