ASCOLTA L'ARTICOLO

Castelvetrano vuole ripartire dal turismo dell’olio. Almeno questa è la speranza dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Enzo Alfano che ieri ha incontrato la Consulta del turismo. La ventata di speranza e di buoni propositi in una progettualità nuova arriva dopo che il primo cittadino ha partecipato all’Assemblea nazionale delle città dell’olio. Il Comune di Castelvetrano era uscito fuori l’Associazione che raduna decine di Comuni in Italia legati all’olio e alle olive. I Commissari straordinari aveva deciso di non pagare più la quota annuale e così il Comune era stato estromesso dall’Associazione, nonostante negli anni aveva avuto un ruolo di prestigio all’interno del sodalizio.

Dopo la polemica sollevata qualche mese addietro, il sindaco Enzo Alfano, riscontrando difficoltà di cassa, ha chiesto aiuto al suo Movimento e così l’associazione del M5S ha pagato le quote di tre annualità. E così il Comune di Castelvetrano è rientrato nell’Associazione. «Sono tante le progettualità per il prossimo anno – scrive il sindaco – tante iniziative con il coinvolgimento delle scuole, dei ristoratori e delle associazioni». Alfano ha ribadito che «il turismo dell’olio e la programmazione in tal senso rientra nei nostri programmi».

Secondo quanto si è discusso ieri con la Consulta del turismo si parte già a maggio con la merenda nell’oliveta per poi organizzare la camminata tra gli ulivi a ottobre. Ma ci sono anche in programma iniziative di formazione col coinvolgimento delle scuole. Buone idee che lasciano ben sperare.

AUTORE.