In data 14 maggio 2018 il delegato aziendale della CISL Funzione Pubblica presso il Comune di Castelvetrano Avv. Marcello Caradonna, unitamente ai neo-eletti rappresentati sindacali unitari Francesco Mandina, Rosaria Seidita, Danilo La Rocca, Franco Pagano, Massimiliano Atria e Filippo Lombardo, hanno incontrato la Commissione Straordinaria nelle persone del Dott. Salvatore Caccamo e della Dott.ssa Elisa Borbone nonché il Segretario Generale Dott.ssa Rosalia Di Trapani.

In via preliminare la CISL Funzione Pubblica ha sottolineato la necessità e l’urgenza di avviare, a seguito dell’approvazione delle norme sulla stabilizzazione dei precari delle autonomie locali di cui all’art. 26 della legge di stabilità regionale 8 maggio 2018 n. 8, l’istruttoria dei procedimenti finalizzati all’adozione dei provvedimenti di stabilizzazione del personale comunale a tempo determinato.

Nel corso della riunione la CISL Funzione Pubblica ha manifestato, altresì, notevole preoccupazione per le pesanti misure correttive applicate alla corrente attività di gestione dalla Corte dei Conti per la Sicilia, con la deliberazione n. 98 del 27 marzo 2018, a seguito del controllo espletato sui rendiconti degli esercizi finanziari 2015 e 2016.

Le limitazioni imposte dalla magistratura contabile per salvaguardare l’equilibrio di bilancio del Comune di Castelvetrano, infatti, arrecheranno grave pregiudizio sia allo svolgimento dei servizi da erogare alla comunità locale che all’attuazione degli istituto contrattuali a contenuto economico-normativo previsti per il personale dipendente. Nell’ambito di tale contesto, caratterizzato dalla congiuntura economica negativa attualmente in corso per l’Ente, la CISL Funzione Pubblica ha condiviso la deliberazione n. 11 del 10 maggio 2018, con la quale la Commissione Straordinaria -con i poteri e le attribuzioni del Consiglio comunale -ha impartito apposita direttiva per la soppressione della dirigenza comunale, perché finalizzata non solo alla riduzione strutturale della spesa del personale ma anche al miglioramento quali-quantitativo dell’azione amministrativa mediante la valorizzazione delle numerose professionalità presenti all’interno dell’Ente.

CISL Funzione Pubblica – COMUNICATO STAMPA