Il comune di Castelvetrano, grazie alle buone pratiche attuate per incrementare gli indici di lettura in città, ha aderito all’ avviso pubblico per candidare Castelvetrano all’ ottenimento della qualifica “Città che legge” 2020-21. E’ quanto si apprende dall’avviso pubblicato sul sito del Comune.

Questo consente di partecipare a bandi emanati dal Cepell e impegna l’Amministrazione comunale a sostenere un “Patto locale per la lettura” che prevede la creazione di una grande alleanza cittadina e una collaborazione fra soggetti pubblici e privati che individuano nella lettura una risorsa strategica e un valore su cui investire.

A tale scopo, la Giunta comunale, ha approvato la costituzione del “Patto locale per la città di Castelvetrano”, un accordo che si attua con la sottoscrizione di un documento d’intenti, con cui i firmatari dichiarano la propria adesione al “Patto” e fanno propri gli obiettivi e le azioni ad esso collegate.

Il “Patto” ha durata triennale rinnovabile e opera attraverso i “Tavoli di progettazione”, coordinamento e monitoraggio, suddivisi per gruppi di lavoro tematici e istituiti dall’Amministrazione comunale che si impegna a garantire il sostegno organizzativo e la conduzione con incontri programmati, presso le proprie sedi, presieduti e convocati dal Sindaco o dall’Assessore alla cultura e alla scuola, anche su richiesta degli aderenti al “Patto”.

L’invito  a sottoscrivere la scheda di adesione è dunque rivolto a tutti gli interessati, sia essi enti pubblici o soggetti privati, che condividono l’idea che la lettura sia uno strumento fondamentale per lo sviluppo sociale ed economico.

La documentazione andrà inoltrata via mail a biblioteca@comune.castelvetrano.tp.it e via PEC a sindaco@castelvetrano.tp.it  o consegnata direttamente presso l’ufficio protocollo del comune.