Da lunedì e per tre giorni, scuole di ogni ordine e grado chiuse in gran parte d’Italia per le periodiche operazioni di disinfestazione e derattizzazione dei locali. Da molti anni viene scelto il periodo di carnevale poiché risulta particolarmente adatto all’espletamento del servizio. In alcuni casi il calendario delle chiusure è stabilito a livello regionale.

Tra i pochi enti locali che per quest’anno non hanno emesso l’ordinanza per la disinfestazione nel periodo di carnevale, troviamo Castelvetrano dove locali pubblici e scuole saranno aperti anche nel Mercoledì delle Ceneri.

Non sono mancate le sollecitazioni da parte dei dirigenti scolastici che, come nei precedenti anni, avrebbero anche sollevato il Comune dalle spese per le attività di disinfestazione e derattizzazione.

Quest’anno però dopo la richiesta di chiusura inviata al Comune da Vania Stallone dirigente dell’istituto “Capuana-Pardo”, scuola capofila delle Rete Selinon, è arrivato il parere negativo da parte della Commissione Straordinaria che guida la città di Castelvetrano.

La richieste delle scuole faceva riferimento alla tradizione del territorio ma anche al rapido diffondersi dell’epidemia influenzale che sta provocando molte assenze nei diversi Istituti, sia di alunni che di docenti.

Il locale Ufficio di Igiene pubblica, interpellato dalla Commissione Straordinaria, ha riferito che “non c’è una vera e propria epidemia influenzale a Castelvetrano, tale da consigliare la chiusura cautelativa delle scuole“. Per questo motivo il Comune di Castelvetrano non ha emesso alcuna ordinanza di chiusura delle scuole cittadine e degli uffici comunali.